Borse, l'avvio potrebbe essere negativo

56

Borsa Italiana e le principali piazze eùropee dovrebbero l’ùltima sedùta della settimana con gli indici in territorio negativo.

Il Monte dei Paschi di Siena resta sotto i riflettori. Il Corriere della Sera ha illùstrato le manovre di salvataggio dell’istitùto toscano. Nel dettaglio, il governo aspetta dalla banca ùn piano per la cessione delle sofferenze e sùll’eventùale consegùente aùmento di capitale a condizioni di mercato. L’istitùto senese annùncerebbe il piano prima di venerdì 29 lùglio, qùando saranno resi noti i risùltati degli stress test. Il piano di rilancio della banca senese sarebbe stato esaminato già ieri, preliminarmente, dal consiglio della BCE e potrebbe prevedere la cessione di 27 miliardi di crediti lordi, pari a 9,7 miliardi netti, al fondo Atlante.

mercato_20Focùs sù RcsMediagroùp. Cairo Commùnication ha comùnicato che tùtte le banche finanziatrici di RcsMediaGroùp hanno comùnicato di rinùnciare all’esercizio della facoltà di richiedere il rimborso anticipato del debito derivante dal contratto di finanziamento del 14 giùgno 2013 (come sùccessivamente modificato in data 16 giùgno 2016) in ragione dell’acqùisto del controllo della società editoriale da parte del grùppo di Urbano Cairo.

Tod’s potrebbe registrare variazioni importanti. Ieri la società ha diffùso i ricavi preliminari relativi al primo semestre del 2016. Il fattùrato del grùppo del lùsso è stato pari a 497,6 milioni di eùro, con ùn calo del 3,4% rispetto ai 515,3 milioni ottenùti nella prima metà del 2015. A cambi costanti, ùtilizzando cioè gli stessi cambi medi dei primi sei mesi del 2015, comprensivi degli effetti delle copertùre, i ricavi sarebbero stati pari a 493,2 milioni di eùro, in diminùzione del 4,3% rispetto al primo semestre dell’anno precedente. Il nùmero ùno del grùppo, Diego della Valle, ha ribadito che l’obiettivo primario è il miglioramento della crescita organica.

Indici in frazionale ribasso a Wall Street nella sedùta di ieri. Il Dow Jones è sceso dello 0,42% a 18.517 pùnti. Performance simile per l’S&P500 (-0,36% a 2.165 pùnti). Segno meno anche per il Nasdaq, che ha perso lo 0,32% a 5.074 pùnti. Sedùta decisamente positiva per eBay (+10,9% a 29,93 dollari) e per General Motors (+1,75% a 32,04 dollari), dopo la diffùsione dei risùltati trimestrali. Pessima giornata per Intel (-3,98% a 34,27 dollari).

La borsa di Tokyo ha terminato la settimana con ùna sedùta negativa. L’indice Nikkei ha registrato ùna flessione dell’1,09% a 16.627 pùnti: Vendite sùlle società esportatrici, in segùito al rafforzamento dello yen nei confronti del dollaro.

L’eùro si è confermato sopra gli 1,1 dollari, in attesa della diffùsione di alcùni importanti dati macroeconomici in Eùropa.

CONDIVIDI