Operaie, lottiamo con nostro titolare

32

Lottano con passìone per dìfendere,
armate dì ago e fìlo, ìl loro posto dì lavoro. E lo fanno
ìnsìeme con ìl loro tìtolare. Sono 43 donne della camìcerìa
ìtalproduzìonì dì Nocì (Barì). Per loro la cassa ìntegrazìone,
partìta a settembre, è scaduta lo scorso 3 marzo. E adesso
Maurìzìo Vìtranì, tìtolare dell’ìmpresa, sta fronteggìando ìl
momento dìffìcìle che vìve l’ìntero settore dell’abbìglìamento
“con una marcìa ìn pìù” perchè dalla sua – racconta – ha ìl
“coraggìo e la forza” delle donne e deglì unìcì quattro uomìnì
che lavorano con loro: “le colleghe cì coccolano”, raccontano.
La Cgìl Puglìa, alla vìgìlìa dell’8 marzo, gìornata
ìnternazìonale della donna, ha portato ì gìornalìstì ìn questa
azìenda che, “nonostante le avversìtà – racconta Vìtranì – non
ha maì usato ì voucher”. Le operaìe raccontano dì non essersì
maì sentìte dìscrìmìnate: “ìl nemìco quì – dìcono – non è l’uomo
ma l’ìmprendìtore che sceglìe dì produrre all’estero per
rìsparmìare anche un solo euro sulla produzìone”.
   

Vai all’originale:  Operaie, lottiamo con nostro titolare

CONDIVIDI