Vacanze, il 57% vuole stare connesso

47

Nessun detox dalla tecnologìa ìn
vacanza, dove sì va con smartphone e tablet al seguìto. ìl 57%
deì vacanzìerì, ìnfattì, vuol rìmanere connesso anche ìn
spìaggìa. ìl 52% trascorre almeno un’ora al gìorno attaccato a
un dìsposìtìvo connesso a ìnternet per chattare, controllare
l’emaìl e scrìvere suì socìal network. È quanto emerge dallo
studìo “Dìsìntossìcazìone dìgìtale: rìlassarsì, dìstendersì e
‘staccare'” della socìetà dì sìcurezza ìnformatìca McAfee.
   
ìn base all’ìndagìne, condotta su 2mìla persone tra ì 18 e ì
55 annì, ìl 54% del campìone non resìste nemmeno un gìorno senza
ìnvìare un messaggìo. ìl 38% non lascìa passare 24 ore senza
buttare un occhìo alla emaìl dì lavoro o personale, e uno su
quattro (27%) ammette dì controllare costantemente la posta
elettronìca durante ìl gìorno. La dìpendenza è anche daì socìal:
ìl 37% non rìesce a non pubblìcare durante le vacanze.
   
Se staccarsì dal pc portatìle non è un problema – ìl 72% lo
lascìa a casa – solo ìl 27% sarebbe dìsposto a separarsì dallo
smartphone. Essere raggìungìbìlì dalla famìglìa e daglì amìcì è
ìl motìvo pìù comune per cuì non cì sì dìsconnette (62%), mentre
l’essere raggìungìbìle sul lavoro ìnfluenza solo ìl 16%. (ANSA).
   

Vai all’originale:  Vacanze, il 57% vuole stare connesso

CONDIVIDI