Sport

A Tokyo 2020 prime calciatrici in ginocchio contro il raz…



#Black #Calcio #Olimpiadi #Razzismo 
I Giochi olimpici di Tokyo 2020 devono ancora formalmente iniziare, ma nel primo match inaugurale del torneo femminile di calcio, le calciatrici di Gran Bretagna e Cile si sono inginocchiate prima della partita nello stadio di Sapporo, come gesto di protesta e sensibilizzazione contro le discriminazioni razziali. Poi hanno fatto lo stesso Usa e Svezia. La capitana della squadra britannica, Steph Houghton, aveva già anticipato le intenzioni della squadra prima della partita: «Nel nostro campionato, così come nelle precedenti partite internazionali, è un gesto che abbiamo sempre fatto. Se possiamo mostrare il nostro sostegno a coloro che sono colpiti dalla discriminazione e dalla disuguaglianza lo faremo». Un gesto anche per esprimere la propria solidarietà nei confronti i calciatori della nazionale inglese (Marcus Rashford, Bukayo Saka e Jadon Sancho) che sono stati vittime di insulti razzisti dopo la finale dell’Europeo contro l’Italia.

A Tokyo 2020 prime calciatrici in ginocchio contro il razzismo| così il Cio ha chiuso un occhio sul regolamento


Segnali:

A Tokyo 2020 prime calciatrici in ginocchio contro il razzismo: così il Cio ha chiuso un occhio sul regolamento
La capitana della squadra britannica, Steph Houghton, aveva già anticipato le intenzioni della squadra prima della partita: ...
A Tokyo 2020 prime calciatrici in…"
Il numero dei giurati è stato portato da tre a sei: due atleti, due allenatori e due giudici, in linea con la volontà del Cio ...
Olimpiadi: calcio femminile in ginocchio a Tokyo contro il razzismo, Bach 'non è una violazione'
Tokyo, 21 lug. (Adnkronos) - L'arbitro fischia, le calciatrici britanniche si scambiano un'occhiata e si mettono in ginocchio prima della sfida con ...
Euro 2020: la UEFA apre un procedimento contro la Federazione inglese
Dopo quasi un mese dalla finale di Euro 2020 a Wembley, la UEFA apre un procedimento disciplinare: i dettagli La UEFA ...

In Tokyo 2020 the first female players on their knees against racism: this is how the IOC has turned a blind eye to the regulation

The Tokyo 2020 Olympic Games have yet to formally begin, but in the first inaugural match of the women's soccer tournament, the footballers of Great Britain and Chile knelt before the match in the Sapporo stadium, as a gesture of protest and awareness against racial discrimination. . Then the USA and Sweden did the same. The captain of the British team, Steph Houghton, had already anticipated the intentions of the team before the match: «In our league, as well as in previous international matches, it is a gesture that we have always done. If we can show our support to those affected by discrimination and inequality, we will do so. " A gesture also to express their solidarity with the players of the English national team (Marcus Rashford, Bukayo Saka and Jadon Sancho) who were victims of racist insults after the European final against Italy.

Continua a leggere :A Tokyo 2020 prime calciatrici in ginocchio contro il razzismo| così il Cio ha chiuso un occhio sul regolamento

Related Articles