Attualitá

Arrivano 60 mila colonnine elettriche. Meno costose e più accessibili

Arrivano 60 mila colonnine elettriche. Meno costose e più accessibili 

ROMA – L’Italia accelera sulle infrastrutture di ricarica per le auto elettriche, la cui carenza è ritenuta uno dei principali ostacoli alla diffusione della mobilità a zero emissioni. Grazie al “decreto Semplificazioni” licenziato in via definitiva da Montecitorio, le colonnine accessibili al pubblico (al momento solo 7.400) dovrebbero infatti diventare circa 60 mila. A imprimere la svolta sarà l’obbligo rivolto ai Comuni di disciplinare ‘’con propri provvedimenti’’, entro 6 mesi dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, “l’installazione, la realizzazione e la gestione delle infrastrutture”, per avere “almeno un punto di ricarica ogni mille abitanti”. In Comuni di media grandezze vorrebbe dire avere dalle 50 alle 100 colonnine di ricarica e in tutta Italia, considerando una popolazione di circa 60 milioni di persone, fanno almeno 60 mila colonnine, contro il limite minimo di 10 mila infrastrutture stabilito dalle norme attuali.  

La norma prevede anche l’abbattimento delle procedure burocratiche di autorizzazione e la possibilità di veder ridotto o azzerato il canone per l’occupazione del suolo pubblico se l’energia erogata sarà di provenienza certificata da fonti rinnovabili. In ogni caso, l’onere sarà calcolato solo sullo spazio occupato materialmente dalla colonnina, senza considerare l’area degli stalli. Tali colonnine dovranno inoltre essere accessibili in modo non discriminatorio, per facilitare l’accesso alla…

Tags
Show More
Close