Asia Bibi, doccia fredda dal governo: ‘E’ ancora in Pakistan’

Asia Bibi, la donna cattolica accusata di blasfemia e assolta dalla Corte suprema pachistana dopo 8 anni di carcere, è ancora in Pakistan.

Lo riferisce il portavoce del ministero degli Esteri di Islamabad. “E’ ancora in Pakistan”, ha detto Muhammad Faisal.

Ieri l’avvocato della donna aveva riferito che aveva lasciato il Paese per destinazione sconosciuta.

Se la donna lascerà il Pakistan, ci sarà un “movimento decisivo” contro il governo, è la conseguente minaccia del leader del partito musulmano Tehreek e Labbaik Pakistan (Tlp)

Dopo la doccia fredda del ministero degli Esteri anche il ministro dell’Informazione del Pakistan Fawad Choudhry ha definito ‘fake news’ le notizie sulla liberazione di Asia Bibi

“È diventata una regola pubblicare notizie false per il gusto di fare un titolo – ha detto -.

Il caso Asia Bibi è un problema delicato, è stato estremamente irresponsabile pubblicare senza conferme…

LEGGI TUTTO
Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer