Cronaca

Autovelox, che rivoluzione: arrivano in città. E i ciclisti avranno la precedenza

Autovelox, che rivoluzione: arrivano in città. E i ciclisti avranno la precedenza 

Grandi novità per il codice della strada, soprattutto per quanto riguarda autovelox e bici: i primi si potranno montare anche nelle strade di quartiere e locali, (mentre oggi sono previsti solo per le strade a scorrimento) le seconde perché avranno la precedenza se viaggiano sulle strade urbane ciclabili o vi si immettono, anche da luogo non soggetto a pubblico passaggio.

Novità anche per gli ausiliari al traffico che avranno maggiori poteri di sanzionamento nei divieti di sosta. Ma andiamo per gradi. Le novità sono appese al voto della conversione in Legge del Dl semplificazioni che la Camera dei Deputati farà nei prossimi giorni, confermando il testo approvato dal Senato venerdì scorso, ma la strada legislativa sembra tutta in discesa. Molte delle proposte sono partite dai comuni italiani, impegnati ad affrontare la nuova mobilità al tempo della pandemia, anche rispetto ad una “mobilità dolce”, con provvedimenti storici a tutela dei ciclisti e dei pedoni.

“Una vera e propria miniriforma del codice della strada che va a tutela degli utenti più deboli come i pedoni e i ciclisti. Visto che i disegni di legge sono ancora fermi in Commissione alla Camera si approfitta del DL Semplificazioni. Una riforma tesa ad  avere maggiore sicurezza nelle città, anche se alcuni aspetti ci sembrano inseguire anche logiche di cassa più che di sicurezza. Ci aspettavamo – afferma Giordano Biserni presidente ASAPS – però almeno la sospensione della patente alla prima violazione…

Tags
Show More
Close