Notizie

Benvenuti in casa Gori epilogo di stagione



di Riccardo Bruni

Non poteva esserci un finale migliore, per la stagione teatrale. Sarà proprio il direttore artistico dei Teatri di Siena, Alessandro Benvenuti, a salire sul palco. Stavolta non per il ruolo che ricopre da due anni a Siena, ma per quello che ricopre da molto più tempo su tutti quei palchi dai quali ha divertito, commosso, emozionato il suo pubblico. Lo show che porta con sé e un vero e proprio classico. Venerdì, sabato e domenica ‘Benvenuti in casa Gori’, scritto insieme a Ugo Chiti, ritorna in scena ai Rinnovati, per completare la pianificazione della stagione senese 2021-2022.

Un fortunatissimo spettacolo, che ha debuttato al Teatro di Rifredi di Firenze nel 1986, dove Benvenuti interpreta i 10 componenti dei familiari Gori, creando un monologo sfolgorante dal quale nel 1990 e stato tratto pure un film omonimo. “Un ghiotto, sincero e tellurico sproloquio – così lo presentano gli organizzatori – che e un omaggio d’amore alla Toscana, allo scherzare toscano, alle zingarate toscane, alle dispute toscane e alla tosta manifestazione degli affetti della provincia toscana”.

Nel più classico degli scenari, un pranzo natalizio in una convenzionale famiglia toscana, si incontrano e scontrano generazioni diverse. “Questo spettacolo e per me un vero atto d’amore per Siena. Dopo tanti anni che non lo portavo sul palco – spiega Benvenuti – ho scelto di rimettermi in gioco e spero che questo venga ben recepito dal pubblico in sala. Chiudere la stagione con questo spettacolo significa per me donare un pezzo della mia vita a questa città che con tanto tenerezza mi ha accolto”.

Seguendo i consueti orari della stagione, lo show andrà in scena venerdì e sabato alle 21 e domenica alle 17. E ancora probabile acquistare i biglietti on line sul sito www.teatridisiena.it. E arriva così l’ultimo atto di una stagione decisamente più fortunata di quella precedente, fermata dal coronavirus e dalla chiusura dei teatri. Una stagione dove Benvenuti ha cercato di recuperare alcuni spettacoli che riteneva fondamentali per il dialogo che ha voluto aprire con la città di Siena, sempre intenzionato a proporre forme teatrali e linguaggi diversi, dal classico allo sperimentale, per comporre una proposta articolata e sorprendentemente attuale.

Non era così scontato scommettere sul successo di un’impresa simile, considerando lo scollamento che ha attraversato il tessuto sociale cittadino del dopo lock down. Certune cose non sono tornate e non torneranno come 1ª, ma il teatro ha comprovato di non essere tra queste.

Alla vigilia dello spettacolo finale, domani alle ore 12, nella Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico sarà siglato una intesa di partenariato tra il Comune di Siena e la Fondazione Teatro della Toscana. Interverranno il primo cittadino Luigi De Mossi, il direttore artistico Teatri di Siena Alessandro Benvenuti, il direttore artistico della Fondazione Teatro della Toscana e Marco Giorgetti, direttore generale Fondazione Teatro della Toscana.


The post in italian is about:


L’article en italien concerne :