Economia

Borse alla ripartenza con l’incognita delle vendite sul tech. Occhi sulla Bce

Borse alla ripartenza con l’incognita delle vendite sul tech. Occhi sulla Bce 

MILANO – Le Borse ripartono dopo le correzioni della scorsa settimana, che hanno ripuntato i riflettori sulle valutazioni espresse in particolare sul settore tecnologico di Wall Stret. Con il Nasdaq protagonisa di un rally dopo i minini di marzo, nel cuore della pandemia, gli addetti ai lavori giudicano tutto sommato “salutare” una fase di vendite che riporti i prezzi un po’ più a contatto con la realtà di un’economia in grave difficoltà.

Mentre gli investitori si interrogano su queste questioni, Wall Street osserverà un giorno di festa in più e farà mancare le sue indicazioni alla riapertura. Non mancano comunque gli spunti. La settimana economica si apre lunedì con i dati sulla produzione industriale della Germania a luglio, dopo il +8,9% mensile messo a segno il mese precedente. Il dato potrebbe confermare i segnali incoraggianti per la ripresa dell’economia della ‘locomotiva tedesca’ arrivati nei giorni scorsi, con il miglioramento delle stime sul calo del Pil nel 2020 (-5,8% contro il -6,3% stimato ad aprile) e “la ripresa a V” annunciata dal ministro dell’Economia, Peter Altmaier. La vera scommessa per i mercati è però quella di martedì, quando l’Eurostat diffonderà il Pil definitivo dell’Eurozona nel II trimestre e si capirà quanto duramente Covid-19 ha colpito l’economia della zona euro (la seconda stima è -12,1% e -15% su base annuale).

A proposito di Pil, c’è attesa per la nota mensile Istat sull’andamento dell’economia italiana relativa ad agosto,…

Show More
Close