Botte a convivente,domiciliari primario

Un primario ospedaliero abitante in una città della costa maceratese su richiesta della Procura della Repubblica di Macerata è stato messo agli arresti domiciliari con obbligo di bracciale elettronico.

Le indagini erano state coordinate dal procuratore capo Giovanni Giorgio e dal pm Rosanna Buccini ai quali erano giunte le denunce presentate dalla convivente del medico e dalla figlia.

Denunce che riguardavano anni di maltrattamenti, documentati da certificati medici, botte e insulti.

Nell’ultimo episodio il primario ha schiacciato con le dita gli occhi della donna.

Le accuse contro il medico, sessantenne, sono state confermate…
Leggi anche altri post Regionali o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer