Attualitá

Brexit, legge controversa passa il primo test in Parlamento

Brexit, legge controversa passa il primo test in Parlamento 

LONDRA. L’ultima, controversa legge di Johnson che ha infiammato la Brexit ha passato il primo test in Parlamento: 340 a 263, la ribellione dei conservatori contro il primo ministro britannico sinora è stata contenuta. Ma il pantano politico nel quale si sono cacciati Boris Johnson e il suo esecutivo è profondo. E le trappole di qui fino al 31 dicembre, il giorno in cui la Brexit (dura o soft) si concretizzerà, sono tante. Come per esempio, il passaggio del disegno di legge contestato nelle varie Commissioni nei prossimi giorni, la Camera dei Lord che potrebbe clamorosamente bloccarla, e poi gli emendamenti che i Tory ribelli potrebbero disseminare di qui a qualche settimana.
 
Perché il macigno è sempre lo stesso, e cioè il disegno di legge “Internal Market Bill”, “l’arma nucleare” di Johnson sfoggiata giorni fa contro l’Europa nella contesa della Brexit, per la quale sono in corso da mesi complicatissimi negoziati per i rapporti futuri dei due blocchi. Per Downing Street si tratta di una legislazione fondamentale per proteggere l’integrità del mercato interno britannico tra Inghilterra e le altre nazioni del Regno, soprattutto l’Irlanda del Nord. Per l’Europa, invece, è una scandalosa provocazione e – per ammissione persino dello stesso esecutivo di Londra – una violazione dei trattati internazionali: l’”Internal Market Bill” difatti non rispetta l’accordo di divorzio Brexit, firmato lo scorso ottobre dall’Ue e dallo stesso…
seguiciapprofondisci l'articolo da originale
Show More
Close