La Calabria abroga la legge vergogna sui vitalizi. Una norma approvata il 26 maggio li aveva reintrodotti estendendo il beneficio addirittura ai consiglieri regionali decaduti


La Calabria abroga la legge vergogna sui vitalizi. Una norma approvata il 26 maggio li aveva reintrodotti estendendo il beneficio addirittura ai consiglieri regionali decaduti

Il Consiglio regionale della Calabria ha abrogato la legge, che era stata approvata lo scorso 26 maggio e che modificava le norme del 2019, sulla “rideterminazione della misura degli assegni vitalizi diretti, indiretti e di reversibilità”. L’annullamento della legge è arrivato quindi con il sì dell’Assemblea alla proposta di iniziativa del presidente del Consiglio regionale, Domenico Tallini (nella foto), portata in aula in una seduta straordinaria convocata a seguito delle polemiche sorte dopo l’approvazione. “L’errore – ha spiegato Tallini – è stato quello di lasciare intendere” che il “beneficio poteva estendersi con la contribuzione volontaria anche ai consiglieri dichiarati decaduti”.

“Quando abbiamo approvato la legge, non abbiamo votato la reintroduzione dei vitalizi”, ha specificato poi il presidente dell’Assemblea prima di porre ai voti la proposta di abrogazione. Nel corso del dibattito che ha preceduto il voto, il consigliere Filippo Mancuso (Lega), illustrando il …

 

La Calabria abroga la legge vergogna sui vitalizi. Una norma approvata il 26 maggio li aveva reintrodotti estendendo il beneficio addirittura ai consiglieri regionali decaduti

visita la pagina