Politica

Calenda: “Luca Bizzarri mio social media manager per un giorno”. La sfida dopo un post sul fascismo

Calenda: “Luca Bizzarri mio social media manager per un giorno”. La sfida dopo un post sul fascismo 

“Daje. Ti ho mandato user e password. Fino a domani sei Smm ad honorem. Regolati”. E’ l’una e 44 del 24 agosto quando Carlo Calenda, leader di Azione, annuncia l’invio delle sue credenziali Twitter all’attore, comico e cabarettista Luca Bizzarri.

“Sarebbe bellissimo” risponde l’attore diventato social media manager del leader di Azione per un giorno. L’ex ministro ha affidato solo temporaneamente l’account al conduttore televisivo che aveva criticato il suo stile comunicativo.
 

“E’ stata una sfida tra di noi – ammette, ironico, Calenda – lo ha fatto solo per una giornata e lo ha fatto anche bene, in maniera seria. Sicuramente lo ha fatto meglio di me…”.

Tutto ha avuto inizio da un post sul fascismo….

Tutto ha avuto inizio da un battibecco su Twitter tra Calenda e un follower che gli aveva contestato di non aver stigmatizzato con severità episodi di fascismo, facendo riferimento in particolare alla vicenda della candidata di centrodestra al consiglio comunale di Valenza (Alessandria), Sabrina Deambrogi, che aveva un tatuaggio di un simbolo delle SS sotto il collo.

Una critica che Calenda aveva mal digerito. Rivolgendosi a chi lo aveva criticato con il nomignolo…

Tags
Show More
Close