Sport

Campionato Italiano per atleti disabili al Lago di Vico

This content has been archived. It may no longer be relevant

#sporttoscana

Pubblicità

Va avanti il Windsurf Adaptive Challenge, il 1º campionato di windsurf aperto a ogni tipo di disabilità. Dopo la 1ª sosta che si è svolta il 4 e 5 giugno al Tutun Club di San Vincenzo (Livorno) ora è la volta del Windsurf Club Vico che ospiterà atleti provenienti da tutta Italia che si confronteranno sul lago di Vico dal 30 giugno al 3 luglio in diverse discipline. L’avvenimento ha il patrocinio della FIV (Federazione Italiana Vela), del CONI, del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Sezione di Viterbo.

Le prime 2 giornate di giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio sono dedicate a tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questo sport per la 1ª volta: come sempre l’assistenza, le attrezzature e gli istruttori saranno messi a disposizione gratuitamente. Le regate cominceranno sabato 2 e domenica 3 luglio dopo lo skipper meeting programmato alle ore 10:00 di sabato. Altresi il Windsurf Club Vico proporrà venerdì 1 luglio una staffetta in Water Bike formata da atleti misti disabili visivi, motori ma aperta pure ai normodotati. L’idea della Water Bike è nata per unire al windsurf un altro sport in piena accessibilità visto che per un non vedente si tratta di una pratica non accessibile in solitario. All’interno delle 4 giornate sarà altresi proposta una regata di Sup senza categorie aperta a chicchessia voglia confrontarsi con gli altri.

“La scelta di adoperare attrezzature di livello scuola, dunque non plananti, è stata necessaria per rendere accessibile il campionato pure ai neofiti. Aggiungo un grande grazie agli oltre 35 sponsor che hanno reso probabile questa manifestazione.” – mette in rilievo Enrico Sulli “The Fast Blind Rider”, windsurfista non vedente del Windsurf Club Vico e istruttore CSEN (riconosciuto dal CONI) tornato a veleggiare malgrado la cecità causata da un glaucoma grazie al supporto dell’istruttore windsurf FIV Francesco Favettini e al suo progetto “Corri sull’Acqua… Action 4 Amputees!” che dal 2014 ha concesso a tutte le persone con disabilità tesserate FIV e AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) di gareggiare nelle svariate classi insieme agli altri atleti normodotati.

“Le nuove attrezzature hanno reso il windsurf uno sport adatto a tutti e grazie alle aziende che ci hanno supportato siamo in grado di fornire gratuitamente ai soggetti strumenti OneDesign uguali per tutti composti da una tavola EasyRider da 200 litri, albero a sezione ridotta MaverX 100% carbon 370 e vela Challenger 4.5 custom.” – spiega Valter Scotto patron del WindFestival di Diano Marina e pluricampione di windsurf – “Un neofita riesce mediamente a stare in piedi e regatare in un weekend e grazie al corretto metodo d’insegnamento e a


VEGN2388->> 2022-06-29 13:53:00