Attualitá

Caso Navalnyi, la Germania accusa: “Certo l’avvelenamento, usata la neurotossina Novichok. La Russia deve spiegare”

Caso Navalnyi, la Germania accusa: “Certo l’avvelenamento, usata la neurotossina Novichok. La Russia deve spiegare” 

Gli esami non lasciano dubbi e la Germania accusa: “Alexej Navalnyi è stato avvelenato con un agente nervino del gruppo Novichok. Mosca deve dare spiegazioni”. L’annuncio sulla “indubitabilità delle prove” arriva direttamente da Steffen Seibert, il portavoce del governo di Berlino. La tossina Novichok era risultata responsabile di un altro avvelenamento sospetto, quello del caso Skripal, avvenuto in Inghilterra nel 2018.  I test tossicologici sono stati condotti all’ospedale Charité di Berlino dove il dissidente russo, grande oppositore del presidente Putin, è ricoverato in condizioni ancora gravi sin dal giorno del malore a bordo dell’aereo che lo stava portando da Omsk a Mosca.


Close