Attualitá

Caterina Ceraudo, cucina di frontiera nella Calabria che rinasce

Caterina Ceraudo, cucina di frontiera nella Calabria che rinasce 

“Loro che sono rimasti sono i miei eroi. Lo dico sul serio. Certo, io faccio conoscere la mia terra cucinando e raccontando i prodotti calabresi in Inghilterra. Ma lo faccio da fighetto in tv. Questi ragazzi, sono quelli che combattono sul campo tutti i giorni”. 
L’elogio, lanciato dal palco di Identità Golose, era rivolto ai giovani chef della Calabria, niente meno che da Francesco Mazzei, lo chef che ha conquistato il Regno Unito con i suoi ristoranti e ricettari, nonché come giudice di MasterChef Uk. Un calabrese doc che ammira chi la battaglia per la sua regione la sta facendo in luoghi gastronomicamente difficili, quei giovani che fanno impresa nella Calabria, bellissima eppure difficile, ancora lontana dalla rotte del grande turismo, ancora penalizzata da collegamenti non felici, dove il pubblico guarda l’alta cucina con diffidenza.
Caterina Ceraudo, cucina di frontiera nella Calabria che rinasce

Onore quindi a chef come Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo in provincia di Crotone. E ce ne vuole di coraggio in effetti per accogliere i clienti che la prima volta restano spiazzati da quella scritta “Agriturismo”, che poi rivela un locale elegante e una cucina gourmet. “Ma il nostro è un agriturismo – spiega Caterina – dove produciamo il nostro olio, il vino bio, coltiviamo le verdure e gli agrumi. Presto saranno a regime anche le arnie per il miele. Come dovremmo chiamarlo?!”.
Eccola allora non cedere di un passo per far capire che materia prima dell’orto dietro casa non è in contraddizione,…

Tags
Show More
Close