Notizie

Piu cemento in Toscana e tempesta sulla legge Pd



«Cubature gonfiate». Cgil e Istituto degli edili contro il progetto di modifica delle norme sul paesaggio per le opere del Pnrr

FIRENZE. La Cgil lo definisce gia un emendamento «piomba liberi tutti», una leggina che smonta la legge Marson e decreta la fine di uno dei pilastri del testo chiave per il governo del territorio in Toscana, vale a dire lo stop al consumo di suolo. Per i dem e il minimo che si poteva concedere ai privati, a cui non saranno ad ogni modo accordate le “scorciatoie” previste per il pubblico. Certo e che la settimana prossima si aprirà fra le polemiche la discussione in consiglio regionale sulla proposta di legge 92 sulla semplificazione avanzata dal Pd toscano. Una disposizione «sblocca procedure» per rendere piu veloce l’iter di approvazione dei progetti finanziati con i fondi del Pnrr.

Ieri il testo, approvato con firmato dal dem Cristiano Benucci ma nato per impulso dell’assessore Stefano Baccelli, e passato in commissione con i voti del Pd. In opposizione i 5Stelle, astenuti Forza Italia, Lega e FdI. Da settimane primi cittadini e amministratori lanciano l’allarme sul rischio che la partita del Recovery possa trasformarsi in un grande flop (e spreco) proprio per l’impossibilità di coniugare i tempi fissati dalle procedure urbanistiche e i termini imposti dall’Europa, che esige cantieri chiusi entro il 2026.


The post in italian is about:
More concrete in Tuscany, storm over the Pd law


L’article en italien concerne :
Plus concret en Toscane, tempête sur la loi Pd