Categories
Ansa

Cgil-Cisl-Uil: Primo Maggio nei luoghi simbolo, ‘rabbia e mobilitazione’

“Non la vedo come una festa ma come una giornata di rabbia”; “non è una festa ma è una giornata di mobilitazione”: le parole del segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, anticipano il clima con cui Cgil, Cisl e Uil si preparano a celebrare oggi il Primo Maggio. Anche il leader della Cgil, Maurizio Landini avverte: “Non è un primo maggio normale, non è semplicemente una festa, quest’anno è una giornata di lotta e mobilitazione perchè vogliamo rimettere al centro il lavoro, la sua capacità di cambiare le cose, la sua capacità di curare il Paese. di curare le persone”. Ed il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, sottolinea: dopo “lo tsunami” dell’emergenza Covid servono “servono riforme eque e partecipate, il lavoro è la vera cura dell’Italia”. 

  Il Primo Maggio di Cgil, Cisl e Uil ha uno slogan: ‘L’Italia si cura con il lavoro’. La scelta dei sindacati confederali su come vivere oggi la festa dei lavoratori è doppiamente simbolica: l’emergenza Covid non consente anco

Leggi l’originale