Dal cibo etnico alle mascherine: donne migranti contro il contagio

Dal cibo etnico alle mascherine: donne migranti contro il contagio

di Chiara Mastria

Mascherine che uniscono lo stile di tessuti come quelli del famoso brand italiano Jucca a un impegno per il sociale. Senza dimenticare la cosa più ovvia: l’assoluta necessità del momento. L’idea nasce da Caroline Caporossi, americana, a Modena da tre anni e da due responsabile dello sviluppo dei progetti per l’associazione no profit ‘Food for soul’, fondata da Massimo Bottura e dalla moglie Lara Gilmore. A maggio dell’anno scorso Caroline conosce una ragazza rifugiata, Ella. Entrambe 25enni, entrambe ‘straniere’ a Modena, diventano amiche. Caroline, grazie alle conoscenze sviluppate nel settore dell’ospitalità, la aiuta a trovare un lavoro. E’ stato il primo passo di un percorso che l’ha portata, all’inizio di quest’anno, a fondare la ‘Association for the Integration of Women’, nata proprio per supportare l’inclusione sociale di donne migranti residenti a Modena, per insegnare loro dei …


Post simile

Lascia un commento