Sport

Ciclismo, Tour de France: fuga vincente di Kamna, Roglic controlla e mantiene la gialla

Ciclismo, Tour de France: fuga vincente di Kamna, Roglic controlla e mantiene la gialla 

Lennard Kamna è un ragazzo di 24 anni con la faccia di uno di 18 e saggezza di un altro di 40. Ragiona, fa tesoro delle esperienze. Sul Puy Mary aveva accettato il corpo a corpo in salita con Daniel Martinez, illudendosi ma finendo sbranato. Stavolta non ha rischiato quando si è trovato in compagnia di Richard Carapaz: vicino allo scollinamento al Montée de Saint Nizier-du-Moucherotte (lunga come il nome, 11 km), il tedesco piazza la fucilata. Sa che se scollina in testa potrà far valere la sua abilità di passista sia in discesa che in pianura. Gli riesce, fa il vuoto, poi nella salita verso Villard-de-Lans basta sapersi amministrare. Vince Kamna, e finisce un incubo per la Bora, la squadra che aveva lavorato di più (soprattutto per Sagan) e raccolto di meno. Lo stesso Kamna ci aveva provato anche a Lione, ora al terzo tentativo fa centro. “Una lotta dall’inizio per ottenere un posto in fuga e poi è stata anche molto dura. Sapevo che dovevo riuscire a finire da solo per avere la possibilità di vincere. In finale ho visto che Carapaz stava rallentando leggermente e ho attaccato in quel momento – commenta-. È un grande sollievo per la squadra e per me. Non riuscivo quasi a immaginarlo”.
 
La fuga che arriva è il tema principale di giornata. L’attenzione è quello secondario. Serve quella agli abitanti dei piani alti per evitare problemi. Il copione è lo stesso: la Jumbo di Roglic che controlla, Pogacar e gli altri che – per ora- non osano.  Dei piani alti non…
Tags
Show More
Close