Lucca

“Classi pollaio”, il caso della scuola media Chelini: più nuovi iscritti, ma meno classi prime

This content has been archived. It may no longer be relevant

Si ritorna a discutere di “classi pollaio” pure a Lucca, in particolar modo alla scuola media Chelini dove, malgrado un incremento dei nuovi iscritti, il numero di classi prime per il futuro anno potrebbe diminuire.

Questo e ciò che hanno riportato i familiari degli studenti nelle quinte delle scuole primarie Lucca 6, che, per ora dell’iscrizione dei ragazzi alla scuola media Domenico Chelini, si sono ritrovati dinnanzi ad una situazione tanto comune quanto inaccettabile e ad una anche ora più assurda motivazione.

Benché il numero dei nuovi iscritti sia aumentato, 122 nel prossimo anno scolastico 2022/23 contro i 113 dell’a.s 2020/21, la scuola secondaria di 1º grado Chelini ha difatti programmato la costituzione di una classe in meno, vale a dire 5 prime invece delle normali sei. La causa di tutto ciò si può ritrovare nel calo demografico della regione Toscana, che ha portato ad uno stanziamento di fondi minore per l’istruzione e dunque ad una riduzione dell’organico.

Con classi da più di 25 alunni, alcuni per i quali diversamente abili, il numero previsto di ragazzi e superiore a quello massimo previsto dal Testo Unico in materia di Sicurezza e Salute nei posti di lavoro, rendendo un organizzazione tale una vera e propria negazione del diritto allo studio.

“Lo stupore di ciascuno di noi nasce dalla motivazione che ci e stata fornita: la diminuizione demografico che sta interessando la nostra regione come tutta Italia – affermano i familiari in un comunicato -. Ragione reale, certamente da attenzionare, ma con quale ratio? Probabile aspettarsi dalla pubblica istruzione un intervento valutato nel merito, che riduca le risorse dove gli impatti della riduzione della popolazione scolastica si manifestino come veri e concreti e non dove si riscontra un aumento delle iscrizioni? Con tutta evidenza no!”.

Malgrado il tema delle cosiddette “classi pollaio” torni spesso sulla bocca di rappresentanti e politici oltretutto in momenti di campagna elettorale,


VEGNSP2319 @ 2022-06-20 17:15:00