Coronavirus, in Emilia-Romagna parte lo screening al personale socio-sanitario

Coronavirus, in Emilia-Romagna parte lo screening al personale socio-sanitario

BOLOGNA – Fra poche ore partirà lo screening di massa a tutto il personale sociosanitario dell’Emilia-Romagna: domani arriveranno i primi 50mila test sierologici, fa sapere la Regione, e da giovedì si inizierà con la prima batteria di prelievi, “che saranno effettuati al personale della sanità pubblica e privata convenzionata e a quello dei servizi socioassistenziali dell’intero territorio regionale”. I test sierologici permettono di verificare attraverso un prelievo del sangue, in tempi molto rapidi, la presenza e il tipo di anticorpi nell’organismo: si può determinare così se il soggetto è venuto in contatto con il virus, se è o è diventato immune. Chi risulta negativo verrà testato dopo 15 giorni, i positivi saranno sottoposti a un tampone tradizionale per averne conferma.

Le persone interessate dallo screening sono circa 100mila da Piacenza a Rimini, “di cui oltre 60mila solo nel sistema sanitario regionale pubblico.  E proprio per garantire la copertura …


Post simile

Lascia un commento