Cronaca

Coronavirus, Sgarbi fa affiggere manifesti “no mask’. “Sutri è una città santa. Non si deve cedere alla paura”

Coronavirus, Sgarbi fa affiggere manifesti “no mask’. “Sutri è una città santa. Non si deve cedere alla paura” 

Aveva già vietato usare le mascherine all’aperto, “per non essere scambiati per terroristi” minacciando multe. Ora Vittorio Sgarbi va oltre, e sui muri di Sutri la cittadina laziale di cui è primo cittadino ha fatto affiggere alcuni manifesti in cui si invita espressamente la cittadinanza a non indossare la protezione anti contagio.

“Cittadini dobbiamo risorgere – recita  la locandina – Sutri, benedetta dal cielo, è una città santa. Non si deve cedere alla paura”. “Il mio editto non vuole punire gli impauriti, ma rincuorarli. Come i medici migliori ci hanno sempre insegnato, bisogna respirare aria libera, all’aperto”. “Cittadini che lavorano, non sudditi che chinano il capo e nascondono il volto”. “Liberi non umiliati. Cittadini di Sutri non abbiate paura. Dio è con noi”.


Cronaca

Sgarbi sindaco senza freni: “A Sutri multe a chi indossa le mascherine senza necessità”

Sono giorni che il critico d’arte tuona contro la ‘dittatura’ della paura del contagio. “Io non la porto, basta il distanziamento – ribadisce -. A Sutri ho detto che si deve girare senza mascherina per evitare di essere scambiati per terroristi. Purtroppo queste norme sono state fatte da una massa di cretini”.

E spiega “per evitare l’irrazionale diffondersi del virus della paura, ho scritto un’ordinanza per vietare l’uso della mascherina, che non è un divieto, ma un richiamo alla ragione e al libero pensiero, cioè al pensiero…

Tags
Show More
Close