Coronavirus Veneto, scontro sui meriti. Zaia elogia la dirigente Russo. Crisanti «Vogliono riscrivere la storia»

Coronavirus Veneto, scontro sui meriti. Zaia elogia la dirigente Russo. Crisanti «Vogliono riscrivere la storia»

Ora che l’emergenza è passata, e tutta l’attenzione è concentrata sulla «Fase 2», nel Veneto portato da molti scienziati a modello nella gestione dell’epidemia del Coronavirus esplode uno scontro clamoroso all’interno della squadra capitanata dal governatore Luca Zaia (che proprio grazie ai risultati centrati negli ultimi tre mesi rivaleggia col premier Giuseppe Conte nella classifica del consenso nazionale). Motivo del contendere è il ruolo di Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia dell’Aziende Ospedaliera di Padova, il professore atterrato dall’Imperial College di Londra diventato agli occhi dell’opinione pubblica «l’uomo dei tamponi», ossia la mente del massiccio piano di tracciamento dei contagi che contro l’opinione dell’Oms e dell’Istituto Superiore di Sanità ha permesso al Veneto di contenere il numero delle vittime rispetto a Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte.

L’attenzione nei confronti di Crisanti nelle ultime …

 

Coronavirus Veneto, scontro sui meriti. Zaia elogia la dirigente Russo. Crisanti «Vogliono riscrivere la storia»

visita la pagina 

Lascia un commento