Notizie

Coronavirus, un altro decesso e 14.000 pratesi a casa

prato. Era residente in provincia di Prato una delle 19 vittime dell’epidemia di Coronavirus segnalate dal comunicato della Regione nelle ultime venti quattro ore. Si tratta di un signore di 64 anni di Montemurlo che era ospedalizzato al Santo Stefano. Il totale dei decessi a Prato sale dunque a 685, invece quello dei contagiati sale a 46.112 grazie ai nuovi 764 casi registrati fino alle 12 di oggi, 15 gennaio.

In Toscana i nuovi casi sono 11.761 su 22.324 tamponi molecolari e 53.634 tamponi antigenici rapidi, con una percentuale di positività del 15,5%, che sale al 67,8% sulle prime diagnosi.

Gli allo stato attuale positivi sono 179.001, -3,7%. I ricoverati sono 1.349 (34 in più), di cui 123 in terapia intensiva (3 in meno).

Sulla base delle persone a casa in quarantena o in isolamento, si stima che siano quasi 14.000 i residenti della provincia di Prato costretti tra le quattro mura. La cifra più alta dall’inizio della epidemia, ormai quasi due anni fa.

si annotano 19 nuovi decessi: 13 persone e 6 gentil sesso con un’età media di 84,1 anni, otto a Firenze, uno a Prato, due a Pistoia, uno a Lucca, quattro a Pisa, uno a Livorno, uno da Arezzo, uno a Grosseto.

Nelle ultime settimane il virus ha corso più nelle province di Firenze e di Pistoia in confronto a Prato, tanto che la capitale regionale sta per compiere il “sorpasso” su Prato per quanto riguarda l’impatto nel complesso in rapporto alla popolazione residente. Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 17.383 casi per 100.000 abitanti, Firenze con 17.169, Pistoia con 17.013, la più bassa Grosseto con 10.721.

cp