Croce rossa italiana “Preservare ù vulnerabili”

Croce rossa italiana “Preservare ù vulnerabili”

Non è ancora finita. Dipenderà dal senso di responsabilità e dalla capacità di dare continuità a un impegno senza precedenti, che ha visto in questi mesi la Croce rossa lavorare come se davvero l’Italia fosse diventato u n gigantesco ospedale da campo. Non solo con l’impegno in prima linea, ma con diffuse iniziative di solidarietà, di mutuo aiuto. Con un preciso mandato: “Preservare i più vulnerabili”. In qualsiasi modo: “Donando il sangue, vista la carenza nelle strutture sanitarie in questo periodo; aiutando gli anziani, magari facendo loro la spesa; diventando “volontario temporaneo” per far fronte alle tante necessità del Paese”, ricorda Francesco Rocca, presidente della Croce rossa italiana e della Federazione internazionale delle associazioni di Croce e della Mezza luna rossa. Con un richiamo in più: “Quello del Tempo della gentilezza”. Un valore perduto che proprio in questi mesi è la risorsa in più.

La “Fase …

 

Croce rossa italiana “Preservare ù vulnerabili”

visita la pagina 

Lascia un commento