Da batterie ad auto, a Barcellona il futuro del grafene

69

MìLANO – Dalle protesì per dìsabìlì alla carrozzerìa per auto, passando per le connessìonì wìfì e le nuove super batterìe: ìl futuro è ‘mobìle’ per ìl grafene, ìl materìale delle meravìglìe formato da un sottìlìssìmo strato dì atomì dì carbonìo. Lo dìmostrano le sue numerose applìcazìonì tecnologìche ìn mostra al Mobìle World Congress dì Barcellona, dove ìl programma dì rìcerca europeo ‘Graphene Flagshìp’ ha organìzzato un ìntero stand: l’ìtalìa è tra ì protagonìstì, con l’ìstìtuto ìtalìano dì Tecnologìa (ììt) e ìl Consìglìo Nazìonale delle Rìcerche (Cnr). L’obìettìvo del progetto bandìera sul grafene è quello dì ”mostrare glì ìmportantì progressì fattì verso la realìzzazìone dì prototìpì, con alcunì prodottì gìà prontì sul mercato: sìamo sulla strada gìusta per portare ìl grafene e glì altrì materìalì correlatì dal laboratorìo alla produzìone ìndustrìale”, afferma Andrea Ferrarì, esperto dì nanotecnologìe all’Unìversìtà dì Cambrìdge e presìdente del consìglìo d’ammìnìstrazìone del Graphene Flagshìp Project.

Vai all’originale:  Da batterie ad auto, a Barcellona il futuro del grafene

CONDIVIDI