Notizie

Dopo 20 anni torna a sgorgare l’acqua dalla fontana in piazza dei Cavalieri

Un progetto insieme tra comune di Pisa, Pisamo e Acque. Il primo cittadino: ripristinare tutte le fontane un tempo collegate all’acquedotto mediceo

Sara Venchiarutti 08 Dicembre 2021

PISA. Lo zampillio dell’acqua non si sentiva da 20 anni. Tanto che, ai meno accorti o alle persone di passaggio, quella di piazza dei Cavalieri poteva quasi non sembrare una fonte. Da ieri però l’acqua (potabile) è ritornata e la storica “fonte del Gobbo”, dinnanzi alla sede della Normale, ha riconquistato la sua antica funzione di approvvigionamento idrico.

Un gesto che restituisce un ulteriore tassello al mosaico della Pisa “città d’acqua”, ma pure un’occasione per sensibilizzare i cittadini al corretto e responsabile utilizzo di una risorsa indispensable. «Il messaggio e trasversale – dice l’assessore all’ambiente Filippo Bedini –. Ambientale, certo, grazie alla possibilità di riempire la borraccia con l’acqua potabile delle fontane senza ricorrere alle bottigliette di plastica (con relativa diminuzione di rifiuti). Ma pure culturale e sociale. Questa e difatti un’occasione, magari coinvolgendo pure le scuole, per parlare della storia cittadina, quando l’acqua corrente non arrivava direttamente nelle case, e dimostra l’attenzione dell’amministrazione intorno al decoro della città. Una fonte spenta e un luogo che attrae degrado. Ora partiamo dal cuore della città per arrivare poi alle periferie».

Il recupero di questa fonte fa parte del progetto “Pisa città d’Acqua”, portato avanti dal Comune insieme a Pisamo e Acque Spa con la finalità di sensibilizzare alle buone pratiche relative alle risorse idriche. «Vorremo che questa – contrassegna Bedini – fosse solo la 1ª sosta del progetto».

E difatti l’idea, aggiunge il primo cittadino Michele Conti, e pure quella di «ripristinare tutte le fontane un tempo collegate all’acquedotto mediceo, che da Asciano portava “l’acqua buona” del Monte Pisano in città da dove si diramava in una serie di fontane fondamentali per l’approvvigionamento cittadino.

 » Continua a leggere…