Mondo

E’ Londra la capitale europea della pizza (fuori dall’Italia)

E’ Londra la capitale europea della pizza (fuori dall’Italia) 

La pizza è un linguaggio universale. E’ un dato di fatto, sancito dal riconoscimento Unesco all’arte dei pizzaioli napoletani, che oramai da anni fa da ulteriore collante fra gli artigiani che in tutto il mondo mettono in atto ogni giorno una vera e propria liturgia laica. Ammacca, condisci, inforna: e la magia è fatta. Una magia che conta 12 milioni di pizze infornate, vendute e gustate ogni anno in tutto il mondo. Perché se è vero che Napoli e la Campania restano la casa madre di uno stile che – in tutte le sue varianti – ha fatto scuola, è altrettanto vero che gli accoliti di questa scuola abitano oramai i quattro angoli del globo. A fotografare questo panorama, quello oltre i confini del nostro Paese, si dedica 50 Top Pizza Europe, la redazione “esteri” della guida alle migliori pizzerie d’Italia, che ha presentato in streaming l’edizione 2020 della classifica

E’ Londra la capitale della pizza (fuori dall’Italia)

A trionfare, per il secondo anno consecutivo, Ciro Salvo con la sua 50 Kalò London in Trafalgar Square a soli due anni dall’inaugurazione di luglio 2018. Un premio che il pizzaiolo di San Giorgio a Cremano, vincitore anche del premio Pizzaiolo dell’anno, dedica a tutta la sua squadra, maniacalmente preparata e organizzata da lui stesso, il cui lavoro celebra con queste parole: “la pizzeria è anche tanto altro: servizio efficiente, pulizia, ordine, accoglienza, selezione delle materie prime, selezione e formazione del personale, amministrazione,…

Tags
Show More
Close