Politica

È morto Philippe Daverio, storico dell’arte e divulgatore

È morto Philippe Daverio, storico dell’arte e divulgatore 

MILANO  – È morto questa notte all’istituto dei Tumori di Milano lo storico dell’arte Philippe Daverio Lo ha reso noto la regista e direttrice del Franco Parenti Andree Ruth Shammah.

Docente e saggista, ex assessore alla Cultura del Comune di Milano, aveva 70 anni. “Mi ha scritto suo fratello stamattina per dirmi che Philippe è mancato stanotte” ha detto Shammah all’Ansa.

“Amico mio ….il tuo silenzio per sempre è un urlo lancinante stamattina” ha scritto Shammah su Instagram, dando notizia sui social della morte dell’amico. Ha commentato Emanuele Fiano del Pd: “Andree Ruth #Shammah ci da purtroppo notizia della scomparsa di Philippe #Daverio uomo di grande cultura, simpatia e umanità. Una grande perdita per #Milano e per tutti. Sono molto addolorato per la sua scomparsa. Sia lieve a lui la terra”.

“Una gravissima perdita – ha aggiunto il presidente dell’Anpi provinciale di Milano Roberto Cenati – per il Paese, per Milano, per la cultura, per tutti noi”.

Daverio è andato spesso a braccetto con la politica: la prima volta con la giunta del leghista Formentini a Milano dal 1993 al 1997, poi fece il “bibliotecario” con Vittorio Sgarbi nella sua giunta del Comune di Salemi, è stato candidato in provincia a Milano nel 2009 nella lista di Filippo Penati e nel 2010 è stato, per poco, consulente per la Festa di Santa Rosalia a Palermo nella giunta Cammarata. Il vulcanico critico d’arte era trasversale: “Destra e sinistra? Non hanno più senso”, diceva.

seguiciapprofondisci la notizia da originale
Show More
Close