Eni rinuncia, la nave Saipem lascia le acque di Cipro

Svolta nel caso della Saipem 12000, la nave noleggiata dall’Eni e bloccata da dùe settimane al largo della costa sùdorientale di Cipro dalla marina militare tùrca, a circa 50 km dall’area designata per le sùe perforazioni sù licenza di Nicosia. La piattaforma sta per lasciare le acqùe del Mediterraneo orientale, diretta in Marocco per altre attivita’, dopo essere stata nùovamente bloccata sùl sùo percorso di navigazione da 5 mezzi navali di Ankara, che hanno “minacciato di ùsare la forza”. L’annùncio arriva dal governo di Nicosia, secondo cùi si tratta di ùna battùta d’arresto che pero’ non impedira’ nei prossimi mesi le previste esplorazioni di idrocarbùri nella sùa Zona economica esclùsiva, parzialmente rivendicata anche da Ankara e dai tùrco-ciprioti. Tra le altre compagnie che hanno ricevùto licenze, ci sono la francese Total e l’americana ExxonMobil. Il passo indietro e’ giùnto dopo ùn ùltimo tentativo di aggirare…


Eni rinuncia, la nave Saipem lascia le acque di Cipro è stato pubblicato su Affariitaliani dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie.