Esercitazione in mare con la guardia costiera per simulare l’incidente di un aereo

L’elicottero della guardiacoste

Livorno: prima la perdita di contatto radar con un monomotore da turismo “Piper PA-18 Idro”, poi il salvataggio

LIVORNO. La guardiacoste, martedì 23 novembre, ha coordinato un’esercitazione complessa di soccorso ad aeromobile sinistrato in mare. «Le operazioni – spiegano – sono state svolte nell’ambito dell’attività addestrativa cui sono costantemente sottoposti i militari per testare il livello di preparazione del staff, la capacità di attivazione e risposta della catena di soccorso e l’efficacia delle procedure operative, con particolare riferimento alla cooperazione tra i diversi enti dello Stato e i soggetti privati che possono utilmente concorrere nelle emergenze in mare. «La simulazione ha preso il via alle 9.30 con la comunicazione pervenuta alla sala operativa della direzione marittima di Livorno da parte della torre di controllo dell’aeroporto di Pisa in merito alla perdita di contatto radar con un monomotore da turismo “Piper PA-18 Idro” con due persone a bordo, diretto a Marina di Campo, che pochi minuti a seguito del decollo aveva riferito un’avaria al motore e la decisione di tentare l’ammaraggio in planata».
 

 » Continua a leggere…