Femminicidio Cuneo, Mihaela uccisa dentro lauto con una pistola confessa un militare

Femminicidio Cuneo, Mihaela uccisa dentro lauto con una pistola confessa un militare

Uccisa dentro una Fiat Panda con quattro colpi di pistola sparati a bruciapelo due dei quali, mortali, l’hanno raggiunta al petto. È successo ieri pomeriggio a Cuneo, nel parcheggio di un supermarket. La vittima del femminicidio è Mihaela Apostolides, 44 anni, rumena residente a Saluzzo. L’uomo che le ha tolto la vita, fermato poco dopo vicino all’auto dalla polizia da lui stesso chiamata, ha detto di essere un militare di stanza a Pinerolo, Francesco Borgheresi, 42 anni, di Firenze. Mihaela, disoccupata, lavori saltuari come badante e cameriera, lo conosceva da almeno due anni: da quando — ha accertato l’inchiesta — vennero fermati insieme per un controllo sulle strade del Cuneese. Borgheresi ha sparato con una pistola di piccolo calibro, acquistata a Firenze e regolarmente detenuta; il porto d’armi è stato trovato nella stessa Panda.

I colpi di pistola sono stati sentiti chiaramente …

 

Femminicidio Cuneo, Mihaela uccisa dentro lauto con una pistola confessa un militare

visita la pagina 

Lascia un commento