Notizie

Festa della liberazione il 25 Aprile in Toscana ecco le iniziative programmato

This content has been archived. It may no longer be relevant

Firenze, 23 aprile 2022 – Indipendenza, libertà e democrazia. 3 valori indissolubili che la Toscana ritorna a celebrare nel giorno della Liberazione dal Nazifascismo. Il 25 Aprile, data chiave per la storia della penisola, si ritorna in piazza per rendere onore a chi ha sacrificato la vita per la libertà. E lo si fa, alla fine, in presenza. Si perché a segueto della epidemia in questi ultimi due anni le commemorazioni e le iniziative in onore dei caduti sono state celebrate, ma senza pubblico. Ecco il programma città per città:

Come tutti gli anni, il Comune di Firenze onorerà il 25 aprile con diverse iniziative istituzionali.

Ore 8.45 Cimitero di Trespiano
Cerimonia di testimonianza di una corona di alloro al cippo dei caduti e sulla tomba dei fratelli Rosselli
Ore 10 Piazza dell’Unità della penisola – Cerimonia dell’Alzabandiera Solenne , testimonianza di una Corona di Alloro e preghiere di suffragio, in memoria ai Caduti di tutte le guerre. Di seguito il processione raggiungerà Palazzo Vecchio dove  alle ore 11 sull’Arengario ci saranno i saluti istituzionali
Alle 17.30 in piazza della Signoria si terrà il concerto per i cittadini della Filarmonica di Firenze “Gioacchino Rossini” 

Le iniziative dei Quartieri

Quartiere 2
A Villa Bracci, una celebrazione in memoria dei caduti al Cippo che rieovoca la Liberazione. Alle 11 partirà il processione che raggiungerà il monumento e si terrà la celebrazione, con musica e letture delle lettere dei condannati a morte nel regime fascista. Di seguito, alle ore 12:30, il pranzo per i soci e gli amici del centro anziani di Villa Bracci Di seguito, alle 15, e programmato lo show “Firenze agli sgoccioli” della compagnia teatrale  “Gli amici di Paolo”, un’iniziativa voluta per raccogliere aiuti a favore di Rachele, una giovane ricoverata al Meyer per una malattia rara.

Quartiere 3
Un programma insieme con il Comune di Bagno a Ripoli. Si inizia alle 8.15 con la testimonianza della corona ai caduti in piazza Elia Dalla Costa, di seguito alle 8.30 la corona ai caduti delle 5 Viealle 8.45 ai caduti del cimitero di Ponte a Ema, alle 9 ai caduti del cimitero del Pino.

Alle 9 prevista la partenza del processione che alle 9.45 arriverà alla scuola Vittorino da Feltre dove saranno deposte le corone alle lapidi presenti sulla scalinata. Alle 10 partirà la commemorazione nel piazzale della scuola.

Quartiere 4
 
Aprile Resistente 2022 esordisce il 22 aprile con una mostra sulla Costituzione, uno dei frutti più belli proprio della Lotta di Liberazione e della volontà di democrazia espressa dall’Italia in quegli annii. Saranno coinvolti i giovani gia dal 1º giorno, con le scuole Barsanti, Pirandello e Gramsci. Sabato 23 aprile camminata a Mantignano dedicata alla storia locale e al patrimonio naturalistico e architettonico del territorio, martedì 26 commemorazione alla Terrazza dei Partigiani, un posto dal grande valore oscuro ed emozionale. Mentre alle 21, lo show al Circolo Arci Isolotto ‘Un cuore rosso nel cazzotto’ racconterà la Firenze di quegli anni in una prospettiva particolare, fra teatro e canzone. Alla fine la mattina del 5 maggio, ci sarà l’intitolazione del Giardino del Saletto a Tosca Bucarelli.

Quartiere 5
Camminata nei posti dove si sono verificati episodi significativi della Resistenza fiorentina 
insieme con la sezione “Rifredi” e la sezione “Anna Maria Enriques Agnoletti” dell’ANPI e i circoli ARCI “Il Campino-Le Panche”, “3 Pietre”, “Castello”, “Il Lippi”, “SMS di Serpiolle” e “SMS di Rifredi”, 
La Compagnia Teatri d’Imbarco accompagnerà l’intero itinerario con letture di fatti e accadimenti rispettivi alla Resistenza e alla Liberazione di Firenze avvenuti nella zona del Quartiere 5.

Ore 8 – Posteggio Pietri, partenza di delegazioni dell’Anpi Arezzo che porteranno mazzi di fiori ai Cippi, Lapidi e Opere monumentali ai Caduti;

Ore 9 – Indicatore, Cimitero del Commonwealth, testimonianza corona di alloro ;

Ore 9.45 – Cimitero Urbano, monumento che rieovoca i 729 Caduti, testimonianza corona di alloro;

Ore 10.15 – Chiesa di San Bernardo, rito religioso officiato da Don Carlo Volpi;

Ore 11 – Via dell’Anfiteatro, Sacrario dei Caduti, testimonianza corona di alloro;

Ore 11.30 – Piazza Poggio del Sole, Monumento alla Resistenza, cerimonia dell’Alzabandiera e testimonianza corona di alloro.

Alle 9 sarà celebrata la santa messa nella Collegiata di Sant’Andrea, in Piazza Farinata degli Uberti. Alle 9.45, partirà il processione per le vie cittadine per raggiungere piazza XXIV Luglio, dove verrà deposta attorno alle 10, una corona d’alloro al monumento ai caduti, a cui seguiranno gli interventi delle autorità presenti. 

Alle 11, le celebrazioni si sposteranno a Santa Maria, in Piazza del Convento, con la testimonianza di una corona di alloro al monumento dedicato ai partigiani Rina Chiarini e Remo Scappini e si concluderanno alle 12 a Fontanella, con il processione cittadino dal posteggio della Casa del Popolo e la testimonianza di una corona di alloro al Cippo Ricordo lungo la via Senese Romana.

In occasione del 77esimo anniversario della liberazione dell’Italia dal nazifascismo, le cerimonie promosse congiuntamente dall’Anpi, dalla Provincia e dal Comune di Grosseto inizieranno alle 8.30 con la funzione religiosa e la testimonianza della corona al camposanto di Sterpeto in commemorazione dei caduti. Alle 9.30 seguirà la testimonianza della corona di alloro al monumento ai deportati nei campi di concentramento che trova collocazione nella parte interna della città degli studi e, subito dopo, a quella del Monumento al partigiano. Alle 10, poi, e prevista la partenza da piazza de Maria del processione aperto alla popolazione con l’accompagnamento musicale della “Società Filarmonica Città di Grosseto”. Tra le 10.30 e le 10.50 e programmato la testimonianza di altre due corone d’alloro, rispettivamente al Parco della Rimembranza al monumento ai caduti alla presenza del Prefetto, dottoressa Paola Berardino, ed in chiusura al palazzo della Provincia alla lapide ai caduti partigiani.

Le commemorazioni previste per l’anniversario della liberazione d’Italia dal nazifascismo si concluderanno alla fine alle ore 11.00 in piazza Dante Alighieri, nel cuore del capoluogo maremmano, alla fine dei discorsi ufficiali delle autorità presenti: Francesco Limatola, presidente della Provincia di Grosseto, Luciano G. Calì, presidente Anpi Grosseto – comitato provinciale “Norma Parenti” ed Antonfrancesco Vivarelli Colonna, primo cittadino del Comune di Grosseto.

Lunedì (25 aprile) ricorre il 77esimo anniversario dalla Liberazione d’Italia. A Lucca le celebrazioni si terranno a partire dalle 17 nel Cortile degli Svizzeri a Palazzo Ducale. Dopo l’ingresso dei gonfaloni e labari ci sarà il saluto del presidente provinciale dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia, seguiranno gli interventi del primo cittadino di Lucca, del presidente della Provincia di Lucca. L’concione formale sarà tenuta da Jonathan Pieri dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea. Seguirà il processione e la testimonianza di una corona al monumento ai caduti di piazza XX settembre. Parteciperà il corpo musicale Giacomo Puccini di Nozzano Castello.

La cerimonia provinciale per la festa della Liberazione si terrà quest’anno nel comune di Filattiera. La Provincia venne liberata dall’azione congiunta delle formazioni partigiane e dell’esercito alleato durante il mese di Aprile del 1945. Il giorno 8, 10 e 11 Aprile festeggiano l’anniversario rispettivamente Montignoso, Massa e Carrara. In Lunigiana la fine delle ostilità si celebra il 27 Aprile, giorno dell’anniversario della Liberazione di Pontremoli che seguì di poche ore quella di Filattiera.

Lunedì 25 aprile 2022 ore 10, le rappresentanze istituzionali della Provincia di Massa-Carrara e delle associazioni organizzatrici della cerimonia si ritroveranno presso l’istituto scolastico di Filattiera per sfilare nel cuore fino al monumento ai Caduti di tutte le guerre e alla targa in memoria del partigiano Glicerio Pagani. La cerimonia prevede pure il trasferimento nel borgo di Ponticello per la testimonianza di una corona d’alloro alla lapide sulla chiesa del paese che rieovoca i 5 civili rastrellati dai tedeschi nell’area di Dobbiana e che qui furono fucilati il 3 luglio 1944.

Programmato i saluti della sindaca di Filattiera Annalisa Folloni, del presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, del Prefetto di Massa- Carrara Claudio Ventrice,dei rappresentanti di Anpi e Istituto storico della Resistenza.
Il Comune di Massa invia alla cerimonia  con una delegazione e il Gonfalone.

Il programma delle feste in occasione del 77° anniversario della Liberazione si aprirà a Carrara lunedì 25 aprile, alle ore 8.45 alla ex scuola elementare, in via del Macchione a Battilana: dopo gli onori ai Gonfaloni, verrà deposta una corona alla lapide in memoria dei caduti in guerra. Di seguito i saluti del primo cittadino di Carrara e della presidente ANPI di Carrara Almarella Binelli. Le celebrazioni proseguiranno a Filattiera.

L’amministrazione comunale di Carrara provvederà, sempre nella stessa mattinata di lunedì 25 aprile, alla testimonianza di corone in altre località cittadine, secondo il seguente programma: alle 9.45 nell’area delle tombe dei Partigiani, nella parte interna del Cimitero di Marcognano; alle 10, al monumento al Partigiano al Parco del Partigiano ad Avenza; alle 11, circa, alla lapide ai Partigiani, alla Scuola Giromini in piazza Menconi a Marina di Carrara. L’iniziativa si svolge con il patrocinio della Provincia di Massa-Carrara.

A Pontremoli lunedì 25 Aprile 2016 l’amministrazione comunale di Pontremoli oganizza la Cerimonia per la Celebrazione della Liberazione dell’Italia secondo il seguente programma: alle 16.45 e previsto il convegno delle autorità, associazioni e rappresentanze in Piazza Italia, alle 17 inizio celebrazione con, di seguito, testimonianza corone ed onore al monumento ai Caduti, ai Partigiani e a Mons. Sismondo. Alla fine sfilata per le Vie cittadine, accompagnati dalla Musica Cittadina, dai rappresentanti delle Associazioni combattentistiche e d’Arma. Alle ore 18 la S. Messa nella Cattedrale di Pontremoli in Piazza Duomo.

L’amministrazione Comunale di Montecatini Terme, insieme con la locale Sezione A.N.P.I., organizza una celebrazione di commemorazione con il seguente programma:

ore 11.30 “Monumento caduti nei lager” Via Tripoli – Via Gallo ritrovo Autorità Civili e Militari, Associazioni Combattentistiche e d’Arma, Associazioni svariate, cittadini, testimonianza corona di alloro al monumento – partenza processione sino a piazza del Popolo; ore 11.50 “Cippo in memoria dei caduti partigiani” – Piazza del Popolo momento commemorativo e testimonianza corona di alloro al monumento; ore 12.00 “Monumento ai caduti in guerra” – Viale Verdi Commemorazione formale dei Caduti di tutte le Guerre Saluti delle autorità ed interventi di: Luca Baroncini, Primo cittadino di Montecatini Terme; Aldo Bartoli, Presidente Provinciale A.N.P.I. Pistoia; Benedizione e preghiera per i Caduti. Accompagnamento musicale a cura della Banda di Montecatini Terme Si applicheranno le normative vigenti per ora relative all’emergenza medica.

Il programma della giornata, organizzata dal Comune di Pisa insieme alla Provincia di Pisa, alla Prefettura e alla sezione Anpi di Pisa, prevede alle 9.30 in piazza Caduti di Cefalonia e Corfù la testimonianza di una corona di alloro al monumento della Divisione Acqui (a cura del Comune di Pisa e dell’associazione nazionale Divisione AcquiPisa) alle 10 nella Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria la S. Messa e preghiera alla cappella dei caduti con la testimonianza di una corona di alloro nella Cappella dei caduti (a cura della Prefettura di Pisa) alle 11.15 in piazza XX Settembre la testimonianza di una corona di alloro nella lapide dei caduti (a cura del Comune di Pisa e Comitato Provinciale di Anpi), e di seguito (ore 11.30), in piazza XX Settembre la cerimonia istituzionale per la celebrazione del 77° anniversario della Liberazione.

Sono previsti gli interventi del primo cittadino di Pisa Michele Conti, del prefetto Maria Luisa D’Alessandro, del presidente della Provincia, Massimiliano Angori, e del presidente Anpi provinciale Bruno Possenti.

Il programma continuerà alle ore 12 in via del Carmine 10, con la svelatura della lapide commemorativa di Alfredo Serani. Alle 18.30, in Logge dei Banchi, il concerto a cura della Filarmonica Pisana.

Il Cudir – Comitato Unitario per la difesa delle Istituzioni Repubblicane del Comune di Pistoia ha programmato, insieme con molteplici associazioni cittadine, un calendario di eventi che si aprirà venerdì 22 aprile.

L’iniziativa più attesa e significativa e prevista per lunedì 25 aprile, alle 11.30 al camposanto comunale, dove si terrà la cerimonia di inaugurazione della tomba imponente dove riposano in modo perpetuo le spoglie del partigiano Silvano Fedi, proclamato cittadino illustre di Pistoia nell’estate 2020. Ci saranno Renzo Corsini dell’Anpi – Comitato provinciale di Pistoia, il fratello di Silvano, Bruno Fedi, l’architetto Antonio Mati e il primo cittadino di Pistoia. Previsto l’intervento musicale Di Terra in Terra.

Il 25 aprile l’omaggio alla Resistenza avrà ad ogni modo inizio alle 10, con la cerimonia al monumento ai caduti e la testimonianza di una corona in piazza della Resistenza. Alle 11 circa e previsto il concerto delle bande cittadine in piazza del Duomo. In caso di pioggia la corona sarà deposta in forma privata e le cerimonie si terranno nella Sala Maggiore del Palazzo comunale

A Bonelle si terrà la festa dell’Anpi. Prevista alle 9 la partenza della 46° Maratonina del Partigiano, seguita alle 13 dal pranzo sociale. Alle 15.30, la testimonianza della corona in piazza Modesta Rossi e poi al Cippo di Silvano Fedi nella zona di Montechiaro. Di seguito, merenda offerta dall’associazione Soci Coop Pistoia e dal circolo Arci Bugiani.
Per informazioni contattare Nicola Giudice al numero 338 2629078.

A Pistoia, in Porta al Borgo, “Disarmare gli arsenali Ritornare agli ideali”: la città si trova per il convenzionale pranzo in strada alle 13 (disponibile pure menù vegano, prenotazioni al circolo Arci di Porta al Borgo in via Dalmazia 33, telefono 0573 20300, posta@hochiminh.it www.hochiminh.it). In caso di pioggia il pranzo si terrà al circolo di Piteccio. La giornata va avanti, alle 16, con il concerto gratuito dei gruppi 43.9, Roots Club+Markone, Blues & Jetta. Prevista, altresi, l’esposizione delle mostre “L’Italia ripudia la guerra e garantisce lo studio” e “Rispettate l’esistenza o aspettate resistenza”. Iniziativa a cura di Anpi, Circolo Ho Chi Minh, Cudir, Arci Pistoia, sezione Soci Coop di Pistoia, L’Acqua Cheta ed Emergency.

Lunedì 25 Aprile 2022 a Pontedera in Piazza Garibaldi il Primo cittadino Matteo Franconi e lieto di invitare tutti i cittadini a partecipare alle celebrazioni per la Festa della Liberazione.

Il programma: alle 9.50 Ritrovo delle autorità civili e militari, delle associazioni e dei cittadini, alle 10 testimonianza di una corona di alloro al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre. Intervento del primo cittadino e del presidente sezione Anpi Pontedera. Ci saranno pure i giovani, con interventi, considerazioni e letture affidate a una rappresentanza di studenti delle scuole cittadine e con l’aiuto degli allievi dell’indirizzo musicale dell’istituto comprensivo Pacinotti.

Gia da giovedì 21 e fino a lunedì 25 aprile nella Sala Biagi della Provincia, in via Ricasoli 17, Anpi Prato allestisce l’esposizione con gli elaborati prodotti dai ragazzi delle classi che hanno partecipato al progetto Anpi per le scuole “La Costituzione Italiana – da dove viene e dove ci porta”: la storia della Liberazione della penisola e dei valori costituzionali come libertà, solidarietà, giustizia e pace visti con gli occhi dei ragazzi. Nella stessa sala saranno proiettate le video testimonianze del “Memoriale della Resistenza italiana” curato da Laura Gnocchi e Gad Lerner.

Il 25 Aprile, alle ore 8 suoneranno i rintocchi della campana di Palazzo Pretorio “La Risorta” per ricordare la liberazione della città. Seguirà da piazza del Comune la partenza della delegazione comunale per la testimonianza delle corone di alloro ai opere monumentali e cippi commemorativi. Alle 9.30 alla Cattedrale di Santo Stefano si terrà la Messa di suffragio. Alle 10.30 da piazza del Duomo partirà il processione per le strade cittadine, a cui seguirà alle 10.50 in piazza Santa Maria della Carceri l’Alzabandiera solenne e la testimonianza della corona di alloro al Monumento ai Caduti, a cura del prefetto di Prato e del primo cittadino. Il processione ripartirà per piazza del Comune dove si terranno i discorsi commemorativi della presidente di Anpi provinciale di Prato Angela Riviello e del primo cittadino Matteo Biffoni. La cerimonia dell’Ammainabandiera si terrà alle 16.30 in piazza S.M. delle Carceri. Sempre nel giorno del 25, ANPI Prato invita al convenzionale incontro con il “Pranzo Partigiano” che quest’anno si terrà al circolo ARCI di Paperino in via dell’Alloro 14. Sono programmato visite guidate gratuite al Museo della Deportazione negli orari 10.30, 15.30, 16.30. Alle ore 17.30 nella Sala del Gonfalone della Provincia di Prato ci sarà il Concerto cittadino Edoardo Chiti. Alle ore 22 a Officina Giovani il concerto Babbutzi Orkestar.

Ore 10 – 16 Stanze della Memoria – Via Malavolti, alle 9 apertura del percorso museale e visita guidata. Banca della Memoria: si potrà depositare la propria memoria sugli anni del fascismo e della Liberazione di Siena e provincia consegnando documenti scritti, fotografici, videointervista. Ore 10.30 – 13.30, 14 – 18 Sinagoga – Vicolo delle Scotte, 14 apertura della Sinagoga e visite guidate da prenotare sul sito www.jewishsiena.it. Ore 11.15 piazza Salimbeni concerto della Banda “Città del Palio” diretto dal Maestro Giuseppe Baldesi. Ore 16 Celebrazione formale Giardini La Lizza – Asilo Monumento Testimonianza corona e onore ai Caduti. Ore 16.10 Partenza del processione che sfilerà per le vie del centro cittadino preceduto dalla Banda “Città del Palio”. Ore 16.30 Università di Siena – Via Banchi di Sotto, 55 testimonianza corona.

Ore 16.35 Sinagoga – Vicolo delle Scotte, 14. Testimonianza corona Ore 16.45 Piazza del Campo – Cerimonia Formale Saluto del Primo cittadino del Comune di Siena, Luigi De Mossi Saluto del presidente della Provincia di Siena, Silvio Franceschelli, intervento di Marcello Flores, storico Conclude la presidente provinciale dell’Anpi, Silvia Folchi. La cerimonia terminerà con l’esecuzione dell’Inno di Mameli della Banda “Città del Palio” in Piazza del Campo. Le iniziative continuano con: ore 18 – 20 Teatro dei Rinnovati – Piazza del Campo Concerto della Liberazione, esibizione musicale offerta alla città da: Associazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz Fondazione Accademia Musicale Chigiana Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”. In teatro verranno proiettati i video realizzati dagli studenti degli istituti scolastici che hanno aderito all’iniziativa Ingresso libero – Prenotazione consigliata al numero 3312358945 dalle ore 16 di tutti i giorni, oppure mail a: biglietteria.rinnovati@comune.siena.it. Per il ritiro biglietti: biglietteria aperta dal martedì alla domenica dalle 18 alle 20. Lunedì 25 aprile biglietteria aperta dalle ore 16.00 Per partecipare bisogna essere in possesso di Green Pass rafforzato e mascherina ffp2 Avvenimento organizzato da: Anpi, Arci, Cgil, Sezione Soci Siena Unicoop Firenze.

Oggi, sabato 23 aprile sono iniziate le celebrazioni. Domani, domenica 24 le celebrazioni fanno sosta al circolo Cro Darsene in via Coppino, luogo dove alle sue ore 21 le organizzazioni Arci, Anpi e Libera organizzano la conferenza “Basta mafie, basta fasci, vogliamo pace e lavoro”, cui seguirà il concerto dei Kinnara.

Intenso il programma delle iniziative di lunedì, 25 aprile. Innanzitutto sono previste due cerimonie ai opere monumentali in memoria dei Caduti con la testimonianza di corone: alle 9 a Torre del Lago e alle 9.30 in piazza Garibaldi a Viareggio. Alle 10.30 le celebrazioni si spostano in Largo Risorgimento dove sarà deposta una corona al Monumento alla Resistenza e alla Pace; seguiranno gli interventi del primo cittadino Giorgio Del Ghingaro e del presidente dell’Anpi Viareggio Luca Coccoli, mentre l’concione storica sarà tenuto dal professor Stefano Bucciarelli dell’Istituto Storico della Resistenza.

Sempre di matttina, omaggio a Pietro Nieri ed Enrico Paolini, le prime vittime del fascismo in città. La Lega dei Maestri d’Ascia e Calafati e la Hop Frog Tv Coop, che stanno curando le celebrazioni del centenario della loro uccisione, hanno determinato difatti di deporre un fiore, il “Fiore del Partigiano”, 1ª sulle tombe di Nieri e di Paolini e poi al Famedio dove riposano i partigiani assassinati dai nazifascisti nel corso della Resistenza. L’incontro e per le ore 9,30 all’entrata del cimitero comunale di Viareggio; da qui i soggetti si dirigeranno alla Galleria San Pietro dove riposano Pietro Nieri e Enrico Paolini per rendere loro omaggio alle ore 10.

Alle 12.30, sempre in Largo Risorgimento, e previsto l’arrivo della “Biciclettata antifascista” promossa da Anpi e Viareggio Meticcia, che sarà accompagnata dalla bandiera della pace creata dalla Crea. 

Martedì 26 doppio omaggio alla memoria di Didala Ghilarducci, partigiana per amore: per le 11 e fissata l’intitolazione a lei del giardino della scuola Grillo Parlante al Varignano, mentre alle 16,30 la sua figura sarà ricordata in biblioteca comunale con interventi e la proiezione di una video intervista. Le celebrazioni terminano mercoledì 27 alle 10,30 con un omaggio ad Antonio Gramsci nell’anniversario della sua morte in carcere; la memoria si terrà, insieme al circolo “Partigiani Sempre”, nella stele di via Marco Polo 2 che lo ricorda.


The post in italian is about:
[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/cronaca/25-aprile-in-toscana-1.7597095 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20property%3D%22og%3Atitle%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”en” translate_source=”it” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/cronaca/25-aprile-in-toscana-1.7597095 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20name%3D%22description%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”en” translate_source=”it” cache=”0″]

L’article en italien concerne :
[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/cronaca/25-aprile-in-toscana-1.7597095 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20property%3D%22og%3Atitle%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”fr” translate_source=”it” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/cronaca/25-aprile-in-toscana-1.7597095 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20name%3D%22description%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”fr” translate_source=”it” cache=”0″]