Notizie

Forum per la Pace, Claudio Cia ha ritirato l’emendamento: ”L’ho effettuato per senso di responsabilità e per non bloccare ulteriormente i lavori in aula. Ma non demordo”

Forum per la Pace, Claudio Cia ha ritirato l’emendamento: ”L’ho effettuato per senso di responsabilità e per non bloccare ulteriormente i lavori in aula. Ma non demordo” 

TRENTO. Il consigliere provinciale Claudio Cia ha deciso di ritirare l’emendamento sul Forum per la pace presentato all’articolo 14 dell’assestamento del rendiconto di previsione della Pat per gli esercizi finanziari 2020-2022 (QUI L’ARTICOLO). Un emendamento che nei giorni passati ha effettuato nascere numerose discussioni e lo sinistro tra maggioranza e opposizione ma anche la risposta dello stesso Forum. (QUI L’ARTICOLO)

 

L’emendamento si riferiva alle competenze, il funzionamento e le risorse del Forum trentino per la pace e i diritti umani, organismo permanente istituito con legge provinciale 10 luglio 1991.

 

“Con senso di responsabilità ho ritirato l’emendamento – ha spiegato Claudio Cia – per non bloccare ulteriormente la discussione e l’approvazione di altre importanti leggi. Lo riproporrò in un’altra occasione perché sono convinto che il Forum per la Pace sia oggi un organismo superato”.

 

Per il consigliere Cia l’attività di sensibilizzazione per la pace “deve ricadere sull’assessorato alla Cultura”. “Oggi – continua il consigliere di Agire – il Forum per la pace viene spesso usato da alcuni per finalità politiche. Vediamo quando ci sono tensioni tra israeliani e palestinesi e come il forum si trasformi in una tifoseria invece di promuovere il confronto su queste tematiche”.

 

L’altro motivo, ha spiegato sempre il consigliere, che lo induce a non mollare e a riproporre il tema, sono gli attacchi arrivati in questi giorni. “Ci sono stati degli attacchi gravissimi – ha spiegato – che mi sono stati rivolti su alcuni post in Facebook in seguito ala mia proposta. E’ grave ma non mi spaventano”.

Close