Notizie

Fotografia sguardo d’autore dentro mondo del lavoro – Toscana

In mostra a Fondazione Marangoni Firenze scatti Delille e Rozzo

FIRENZE, 04 FEB – Riapre al pubblico la Fondazione
studio Marangoni di Firenze, da più di 30 anni leader in Italia e
in Europa nella divulgazione della cultura fotografica. Due le
mostre ospitate: ‘Work Place”, dove Edoardo Delille e Edward
Rozzo propongono il loro sguardo d’autore dentro il pianeta del
lavoro, esplorando il ‘lato umano’ delle aziende e
‘Documentaria’, esposizione degli studenti del corso tenuto dal
collettivo di fotografi documentaristi Terraproject.
   
In ‘Work Place’, Edoardo Delille e Edward Rozzo raccontano i
valori che stanno alla base di qualsiasi economia. Delille, dopo
il diploma alla Fondazione Studio Marangoni, e diventato un
fotografo esperto di reportage e corporate, come viene fuori dalle
sue collaborazioni con molte riviste come: Guardian, Le Monde,
Newsweek, Die Zeit, Geo, Wired USA, Wired UK, Stern e molte
altre. La sua ricerca estetica spazia dal concetto di confine
nei paesi del Medio Oriente, all’attività di ritrattista per
riviste internazionali, fino alla esecuzione di corporate per
grandi aziende. Rozzo, bachelor of fine arts in fotografia
contemporanea alla Rhode island school of design, ha trent’anni
di esperienza come corporate photographer per le grandi
multinazionali come Ibm, Dow Chemical, Gruppo Fiat, Gruppo
Agusta. Dopo la cattedra presso l’Accademia di Belle Arti di
Bergamo, l’Istituto europeo di Design di Milano e il Centro Ibm
Arthur Watson, e diventato academic fellow presso l’Università
Bocconi e visiting professor presso Milano Institute e
PoliDesign del Politecnico di Milano. Oggi, oltre al suo
interesse nei film projects, nello storytelling e nel
cross-platform media, e collaboratore e insegnante della
Fondazione.
   
‘Documentaria’ e interamente dedicata ai progetti portati
avanti dagli studenti del corso tenuto dal collettivo di
fotografi documentaristi Terraproject: ognuno a deciso di
raccontare una storia e l’ha condotta avanti fino alla selezione
finale che sarà in mostra. .