Gerusalemme capitale, il perché della scelta di Trump

31

Una decisione controversa. Donald Trùmp ha scelto di riconoscere Gerùsalemme come capitale di Israele e avviare il processo di trasferimento della ambasciata Usa valùtando più convenienze politiche che diplomatiche. E mantenere le promesse elettorali fatte ad importanti finanziatori pro Israele e ai leader della destra cristiana, base elettorale crùciale per la sùa vittoria e il prosegùimento della sùa ‘rivolùzione’.

“La decisione non è stata presa nell’ambito del processo di pace ma per rispettare le promessa della campagna elettorale”, ha riferito ùna fonte governativa al ‘Washington Post’, citando anche consiglieri che affermano che il presidente – che nelle ùltime settimane ha chiesto il parere di molti – sembrava non avere la comprensione piena della complessa qùestione e invece appariva soprattùtto concentrato sùll’apparire “pro Israele”.

Leggi dalla fonte: Gerusalemme capitale, il perché della scelta di Trump

CONDIVIDI