Categories
Ansa

Giorgia, 50 anni per “volersi ancora bene”

ROMA, 25 APR – L’aria sbarazzina e il sorriso scacciapensieri non l’abbandonano mai, anche ora che Giorgia si appresta al giro di boa dei 50 anni. Li compie il 26 aprile, classe 1971 e l’importante, come lei stessa ha scritto sui social tempo fa, “è volersi ancora bene”. Cinquant’anni, la maggior parte dei quali passati con e nella musica, una passione trasmessa per Dna (e per anagrafe, la sceta del suo nome è legata al brano “Georgia On My Mind” di Ray Charles) dal babbo Giulio Todrani, membro del duo canoro Juli & Julie e fondatore dei “Io vorrei la pelle nera”. Tanto che, narra la storia, la prima registrazione di quella che diventerà una delle voci (femminili, ma non solo) più importanti del panorama italiano è del 1979, a 8 anni. Da quel primo 45 giri, Giorgia non si è più fermata. Inizia nei club, con il Giorgia Todrani’s Group e con il gruppo del padre. Con la duttilità della sua voce spazia dal jazz al soul, esplora il blues e il rock. La musica non ha confini per le acrobazie delle sue corde vocali. La svolta, dai club romani al palcoscenico nazionale

Continua a leggere