Notizie

Grosseto lite fra conviventi nbsp nella nottata lei chiama la Polizia



La coppia condivideva l’appartamento da appena sette giorni, il signore e stato allontanato dai poliziotti

GROSSETO. Nella nottata tra lunedi 28 e martedi 29 marzo, tra una coppia di giovani fidanzati che aveva iniziato la convivenza da appena una setitmana si e acceso un litigio.

La discussione era ancora in corso quando la ragazza ha stabilito di chiamare il numero di emergenza 112 con il proprio cellulare per domandare aiuto. Sul luogo e a intervenuta una volante della questura con a bordo personale femminile, trovando nell’appartamento i due fidanzati sempre alle prese con il litigio.

I poliziotti una volta riportata la calma, hanno ascoltato le ragioni di tutti e due constatando che i due, nei giorni scorsi, avevano litigato spesso sebbene per questioni di poca importanza. Quella sera, però, la signora, esasperata dai continui diverbi, ha stabilito di non seguitare oltre la convivenza: per questo ha domandato agli agenti di allontanare il convivente, che non era con residenza a Grosseto. Il ragazzo ha dunque acconsentito alla richiesta, lasciando velocemente l’appartamento per trascorrere la notte in una struttura ricettiva.

La forza pubblica, da sempre in 1ª linea contro maltrattamenti e violenza , invita le donne a segnalare senza esitazione abusi e violenze fin dal 1º episodio rivolgendosi al numero di emergenza 112 o alle strutture antiviolenza.

Chiamare le forze dell’ordine per segnalare casi di risse familiari, significa offrire l’opportunità alla polizia di Stato di intervenire anticipatamente tramite il progetto dell’applicativo denominato “Scudo”. Questo e un sistema di supporto per la gestione delle attività di “pronto intervento” delle pattuglie che operano su strada, perché attraverso l’uso di tablet in dotazione alla polizia, si puo fare consultare direttamente i precedenti interventi degli equipaggi nei riguardi di vittime di risse o violenza, pure nei casi dove non sia stata proposta denuncia o querela.  Gli interventi inseriti in “Scudo” riguardano sia episodi rientranti nel “codice rosso” sia gli episodi che – seppure non contraddistinti da particolare gravità o aggressività, come le risse verbali – attraverso una condotta abituale potrebbero assumere, in futuro, rilievo penale, come atti persecutori o maltrattamenti in famiglia. 


The post in italian is about:
Grosseto: quarrel between cohabitants & nbsp; in the night, she calls the Police


L’article en italien concerne :
Grosseto : querelle entre cohabitants & nbsp; dans la nuit, elle appelle la Police