Hong Kong, 30 arresti dopo approvazione legge su sicurezza nazionale. In manette anche uomo con bandiera indipendenza ex colonia


Hong Kong, 30 arresti dopo approvazione legge su sicurezza nazionale. In manette anche uomo con bandiera indipendenza ex colonia

L’intervento delle forze dell’ordine è avvenuto nel corso di una manifestazione non autorizzata sull’isola per protestare contro il nuovo regolamento. Intanto, sono dure le reazioni internazionali al varo cinese del testo, dall’Ue alla Gran Bretagna, e con gli Usa che minacciano “rappresaglie”

Sono passati appena due giorni dal via libera definitivo della Cina alla nuova legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong e già se ne vedono le conseguenze. La polizia locale ha già eseguito 30 arresti nel corso di una manifestazione non autorizzata a Causeway Bay. Il primo a finire in manette, prima delle contestazioni, è stato un uomo che, secondo i media locali, possedeva una bandiera della Hong Kong indipendente. Un gesto che, secondo le autorità, può configurare un reato tra quelli di sedizione, separatismo, ingerenza straniera …

 

Hong Kong, 30 arresti dopo approvazione legge su sicurezza nazionale. In manette anche uomo con bandiera indipendenza ex colonia

visita la pagina