Il caso delle dimissioni di Macrì finisce in consiglio comunale. Gli atti di indirizzo e le mozioni di oggi

Redazione 25 novembre 2021 19:06

Consiglio Comunale di oggi, 25 novembre, ad Arezzo. Ecco gli atti di indirizzo e le mozioni, che si aggiungono alle interrogazioni.

Francesco Romizi (Arezzo in Comune) chiede con un atto di indirizzo a primo cittadino e giunta di promuovere un bandoconcorso per la copertura della città con tecnologia FTTH, “garantendo ai cittadini che scegliessero il gestore vincitore un bonus per concorrere alle spese di canone, per coprire il contesto ambientale con la connessione a banda larga. Con questa soluzione, garantiremmo al gestore stesso un bacino di utenza vantaggioso che farebbe recuperare l’investimento in tempi ragionevoli. Ad Arezzo c’e stata un’intensa circolazione della fibra ottica, ma la maggior parte e in tecnologia FTTC con velocità più ridotta”. L’assessore Alessandro Casi ha fornito chiarimenti sulle iniziative condotte dall’amministrazione comunale a favore della circolazione della nuova tecnologia e della sua estensione nelle frazioni, che hanno portato il consigliere comunale di FdI Francesco Lucacci a ritenere “superata questa mozione”. L’atto e stato respinto con 18 voti in opposizione.

Mozione di Movimento 5 Stelle, Arezzo2020 e Pd sulle Comunità Energetiche, “un’opportunità unica per le amministrazioni locali – ha sottolineato Michele Menchetti – che possono e devono incoraggiare politiche sociali attive che coinvolgano i cittadini per ridurre le emissioni inquinanti e al contempo risparmiare sulla bolletta. L’Italia, attraverso il provvedimento incentivi del incarico dello Sviluppo Economico, ha recepito con grande anticipo rispetto alla fine del giugno 2021, la direttiva Renewable Energy Directive (RED II) rendendo una realtà le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) pure nella zona nazionale. Tutti i fruitori di energia elettrica, famiglie, imprese ed enti pubblici, possono finalmente associarsi per produrre, condividere e consumare l’energia elettrica autoprodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili. La richiesta al primo cittadino e che Arezzo non si lasci sfuggire questa occasione e che,

 » Continua a leggere…