Cronaca

Il ritorno a scuola a Roma, il fronte del rinvio. “Impreparati alla ripresa”

Il ritorno a scuola a Roma, il fronte del rinvio. “Impreparati alla ripresa” 

 Il fronte del no è sempre più compatto. Almeno quello contrario alla riapertura delle scuole il 14 settembre. Sono sempre di più i presidi, i genitori, gli amministratori locali a chiedere alla Regione Lazio lo slittamento dell’inizio delle lezioni al 24 settembre come già deciso in altre regioni. Ossia dopo il referendum del 20 e 21 che comporterà la chiusura dei plessi da sabato 19 a martedì 22 settembre. Ad ospitare le cabine elettorali saranno la metà dei 715 istituti scolastici del Lazio, ma le preoccupazioni sono comuni a tutti. E si possono sintetizzare in una frase: per riaprire serve più tempo. E chissà che qualche scuola non decida autonomamente di farlo.

Cronaca

Primo caso di Covid in una scuola. L’annuncio via mail: “Restate a casa”

I problemi sono comuni e noti: manca poco più di una settimana e le scuole si ritrovano senza aule, sprovviste o quasi si banchi monoposto e le superiori non hanno ancora risolto il problema dello smaltimento degli arredi che giacciono accatastati nei cortili e nei corridoi. E mancano attrezzature, insegnanti, collaboratori scolastici, il tutto davanti all’apparentemente insormontabile problema dei trasporti.


Cronaca

Roma, mancano i banchi monoposto e la preside sega in due quelli vecchi

Francesca…

Tags
Show More
Close