Notizie

il Telamone sarà fisso a Terni per 5 anni. «Facciamone il brand del museo»

il Telamone sarà fisso a Terni per 5 anni.
«Facciamone il brand del museo»
 

TERNI        Il Telamone, l’imponente cariatide romana ritrovata a Terni nel 1971 è tornato in città  all’inizio di quest’anno dal Museo Archeologico di Perugia, ed è diventato il fiore all’occhiello del museo intitolato a Claudia Giontella. C’erano grande trepidazione e diversi interrogativi riguardo il suo destino, ma, a distanza di qualche mese, la buona notizia che tutti stavano aspettando è arrivata: il Telamone, annunciano dal Comune, rimarrà fisso a Terni per almeno cinque anni, a partire da gennaio 2021. Con orgoglio Andrea Giuli, vicesindaco e assessore alla Cultura, diffonde la notizia: «Nelle ore scorse, con una comunicazione ufficiale alla Direzione regionale musei dell’Umbria e al Comune di Terni, gli uffici preposti del Ministero dei Beni e le Attività Culturali e del Turismo hanno formalmente concesso il deposito a lungo termine del Telamone a Terni; il Mibact scrive chiaramente che non si potrà muovere. Ma solo salvaguardare, fruire e valorizzare. E noi questo cercheremo di fare. Il risultato era tutt’altro che scontato, ci abbiamo lavorato assai» conclude, ringraziando gli uffici comunali competenti, la Direzione Regionale Musei e il Ministero. Altrettanto soddisfatto per il risultato raggiunto è Michele Rossi, consigliere di Terni Civica, che fin dall’inizio si è speso per il trasferimento in città della statua puntando sul valore storico e sul significato che ha per la comunità. «Da questo punto», ha detto infatti, «dovrà necessariamente partire un’opera di valorizzazione di questo importante bene che dovrà passare attraverso iniziative di promozione, studio e approfondimento». E poi, l’idea: «Ho sempre pensato, inoltre, che il Telamone di Terni potesse diventare un’icona grafica, un logo da riprodurre accanto alla denominazione che dedica il nostro museo archeologico a Claudia Giontella, al fine di identificare e caratterizzare ancora di più il museo. Potrebbe, insomma, diventare un brand, da usare in ogni comunicazione del museo stesso» spiega, promettendo il suo impegno per procedere in questa direzione.

APPROFONDIMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA qui sotto)
// la var verrà usata dal PaywallMeter per targetizzare l’avvenimento sul pixel corretto
impostazioni_testata.fbq_swg_promo = ‘556738118336305’;
fbq(‘init’, impostazioni_testata.fbq_swg_promo);

fbq(‘track’, ‘PageView’);

Tags
Close