Categories
Ansa

Immatricolazioni auto, balzo su lockdown ma -17% sul 2019

 Nel mese di aprile le immatricolazioni in Italia – secondo i dati del Ministero dei Trasporti – sono state 145.033, con un balzo del 3.276,8% sullo stesso mese del 2020, quando tutto era fermo per il lockdown e le auto consegnate erano state soltanto 4.295. Rispetto al mese di aprile del 2019 si registra invece una flessione del 17,1%. Nei primi quattro mesi dell’anno il totale delle immatricolazioni è 592.181, il 68,4% in più dell’analogo periodo dell’anno scorso (-16,9% sul primo quadrimestre 2019). 

Il gruppo Stellantis ha immatricolato in Italia nel mese di aprile 58.404 auto, con un balzo del 2.077,6% rispetto a un anno fa, mese di lockdown, con una quota del 40,3%. Nei quattro mesi le auto vendute dal gruppo sono 238.398 (+63,6%). Anche in questo caso la quota è del 40,3%.

“La situazione del mercato italiano dell’auto è molto più negativa di quanto appaia dall’unico raffronto significativo, quello con il 2019, perché allora non erano previsti incentivi per le vetture più richieste, quelle con emissioni di CO2 da 61 a 135 gr/km, mentre nel primo semestre 2021 questi erano in vigore per 250 milioni di euro. Lo sottolinea il Centro Studi Promotor. “Questo stanziamento – spiega – ha sostenuto la domanda senza riuscire a compensare l’impatto della pandemia e a ciò si aggiunge che lo stanziamento si è esaurito l’8 aprile, ma ha continuato a operare per lo smaltimento degli incentivi prenotati prima e per un ulteriore modesto stanziamento di 13 milioni per utilizzare i fondi derivanti da incentivi prenotati nel 2020 e non utilizzati. La spinta degli incentivi prenotati prima dell’esaurimento dei fondi dovrebbe continuare per la prima metà di maggio”. A partire dalla seconda quindicina di questo mese, secondo il Centro Studi Promotor, “per il mercato dell’auto si aprirà una crisi ben più severa di quella del primo quadrimestre di quest’anno che potrebbe portare il 2021 a chiudere anche molto al di sotto del risultato catastrofico del 2020 (1.381.646), anno in cui le immatricolazioni tornarono ai livelli di 50 anni fa. U

Continua a leggere