Notizie

Incidente nel 2018 a Pistoia La bambina non fu investita

This content has been archived. It may no longer be relevant

Pistoia, 23 aprile 2022- Si gioca sulle risultanze delle perizie mediche e sulla testimonianza resa da un vicino di casa (poi ritrattata e modificata) il processo che vede imputati il padre E. P., 38 anni, e la madre F.B, 33 anni, di una bambina che nel 2018, quando aveva appena 18 mesi, fu ricoverata d’urgenza al Meyer dopo quello che sembrava essere stato l’investimento di un’automobile pirata, sulla via Fiorentina, proprio davanti la casa dove abitava. Un fatto che scosse la città di Pistoia e pure quella di Prato di cui e originaria il nucleo familiare. Era una domenica, l’8 aprile di 4 anni fa, quando scattò la caccia all’uomo, che vide impegnati i militari dell’Arma della stazione di Quarrata: fu messo in campo ogni mezzo pur di risalire al manager. E molta risonanza fu data dai media, per diffondere l’appello accorato di due genitori sconfitti dall’angoscia di vedere la propria figlia in gravi condizioni. Per fortuna la bambina poi si riprese, pur avendo riportato ferite importanti. Ma la verità che emerse nelle settimane successive rimane un punto su cui ad oggi si dibatte: in base agli controlli svolti dai militari dell’arma, diretti del sostituto procuratore Giuseppe Grieco, non ci fu nessun investimento.

Per questo, nella mattina di ieri, davanti al Giudice monocratico Pasquale Cerrone, la procura ha domandato la condanna a 1 anno per il padre E. P., difeso dall’avvocato Luca Betti di Prato, e a 9 mesi per la mamma F.B. difesa dall’avvocato Viola Assiroli. L’accusa per tutti e due, che hanno optato il rito abbreviato, e quella di simulazione di reato. Avrebbero inventato un investimento mai avvenuto. In base alla padronanza svolta dalla dottoressa Susanna Gamba incaricata dalla procura, difatti, la bambina avrebbe riportato lesioni compatibili piuttosto con una caduta dall’alto, come ad esempio dalle scale. Diversa la ricostruzione fatta in aula dall’avvocato Luca Betti, legale del padre della bambina, che ha domandato l’assoluzione “perché l’episodio non sussiste”, sottolineando come i traumi riportati dalla piccola (la rottura scomposta del femore e la compressione polmonare) non escludono l’opportunità di un incidente stradale.

Ma il processo ruota pure attorno alla testimonianza resa nell’immediato dei fatti da un vicino di casa. L’uomo aveva affermato di aver visto un’automobile fuggire via, poi ritrattando. “Quello che e certo – ha spiegato l’avvocato dei familiari Betti – e che il vicino di casa era presente quella mattina nel cortile confinante con quello dei familiari, che ha udito il rumore di un’automobile e le grida della bambina”. Secondo la procura, la sua testimonianza fu un favore reso al papà della piccola che glielo aveva chiesto. Diversa la versione della difesa: “Fu il padre della bambina a indicare il vicino come testimone, perché era certo della sua presenza quella mattina”. Il processo riprende a giugno.


The post in italian is about:
[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/bambina-investita-da-auto-1.7594234 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20property%3D%22og%3Atitle%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”en” translate_source=”it” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/bambina-investita-da-auto-1.7594234 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20name%3D%22description%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”en” translate_source=”it” cache=”0″]

L’article en italien concerne :
[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/bambina-investita-da-auto-1.7594234 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20property%3D%22og%3Atitle%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”fr” translate_source=”it” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=https://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/bambina-investita-da-auto-1.7594234 query_type=regexmatch querydecode=1 output=html query=%23%3Cmeta%20name%3D%22description%22%20content%3D%22%28%5B%5E%22%5D%2B%3F%29%22%2F%3E%23 translate_to=”fr” translate_source=”it” cache=”0″]