Intrighi, veleni e poltrone, ecco che cosa sta succedendo nella magistratura italiana


Intrighi, veleni e poltrone, ecco che cosa sta succedendo nella magistratura italiana

Giustizia ancora in prima pagina: dopo il dibattito sulla fiducia al ministro Alfonso Bonafede continuano a imperversare le intercettazioni dell’ex caso Luca Palamara, divenuto oggi la “questione morale” della magistratura e del suo organo costituzionale di autogoverno, il Consiglio Superiore della Magistratura (Csm) presieduto dal Presidente della Repubblica. 

Nel frattempo l’onda lunga dello scandalo ha con ogni probabilità posto fine alla vita della giunta guidata da Luca Poniz di Area in Associazione Nazionale Magistrati (Anm) che meno di un anno fa aveva sostituito il collega Pasquale Grasso di Magistratura Indipendente. Scosse sismiche senza precedenti che scuotono le abitudini felpate del potere togato, denotandone l’ingovernabilità.

Non è un problema solo interno delle toghe: l’instabilità degli equilibri della magistratura ha rischiato di creare una crisi di governo. La vicenda di Nino Di Matteo non è stata causata dalle minacce mafiose (roba …

 

Intrighi, veleni e poltrone, ecco che cosa sta succedendo nella magistratura italiana

visita la pagina