Attualitá

Israele, nuovo lockdown, Si dimette il ministro dell’Edilizia ultraortodosso Yakov Litzman

Israele, nuovo lockdown, Si dimette il ministro dell’Edilizia ultraortodosso Yakov Litzman 

 ERUSALEMME – Il governo israeliano ha deciso di proclamare un nuovo lockdown per arginare l’epidemia. Durerà tre settimane a partire dalle 14 di venerdì 18. Il secondo confinamento sarà articolato in tre fasi e conterrà misure molto rigide. La riunione di governo che doveva stabilire se confermare il nuovo lockdown generale è stata lunga e difficile per via dell’opposizione di diversi ministri, in primis quello del Tesoro Israel Katz. Ma la decisione è arrivata, in tempo per consentire al primo ministro Benjamin Netanyahu di volare a Washington questa sera alle 23:00, per firmare martedì mattina alla Casa Bianca lo storico accordo di normalizzazione con gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrein.

A confermare la spaccatura nel governo, le dimissioni presentate in mattinata dal ministro dell’Edilizia Yakov Litzman, esponente di uno degli influenti partiti religiosi che formano la coalizione di governo. Litzman, ministro della Salute per diversi anni, compresa la prima fase della pandemia, si era già dimesso a fine aprile dall’incarico, per ottenere il dicastero dell’Edilizia con il giuramento del nuovo governo Netanyahu a maggio.

Litzman è contrario al lockdown perché impedirebbe le preghiere nel periodo delle festività più solenni del calendario ebraico, Rosh Hashanà (il Capodanno), il digiuno del Kippur e Sukkot (la festa della Capanne), un periodo di circa tre settimane che inizia venerdì 18 settembre. Il lockdown generale arriva proprio in…

Tags
Show More
Close