Categories
Ansa

Kaouther Ben Hania, Bellucci un’icona che ama le sfide

ROMA, 21 APR – Un giovane rifugiato siriano in Libano, Sam Ali (Yahya Mahayni), pur di riunirsi a Bruxelles con la donna che ama (spinta a un matrimonio combinato), accetta, in una sorta di patto faustiano, di farsi tatuare sulla schiena da un famoso e provocatorio artista, Jeffrey Godefroi (Koen De Bouw), un enorme visto di Schengen per poter così viaggiare in Europa da opera d’arte vivente. Una condizione, però, che invece di essere un mezzo per trovare una propria libertà e autonomia, come Sam sperava, si rivela tutt’altro. E’ la trama di The man who sold his skin, la dramedy social/satirica della regista tunisina Kaouther Ben Hania, che a Ve

Continua qui