Khashoggi, dalla Turchia ordini d’arresto per 2 sauditi

La procura di Istanbul ha emesso mandati di cattura per l’omicidio di Jamal Khashoggi nei confronti di Saud al Qahtani, stretto consigliere ed ex responsabile della comunicazione sui social del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, e del generale Ahmed al Asiri, ex numero 2 dell’intelligence, entrambi rimossi da Riad dopo il delitto.

Lo riferiscono media locali.

I due si troverebbero però in Arabia Saudita e il Regno ha già respinto le richieste turche di estradizione dei sospetti.

I due alti funzionari sauditi, tra le figure più vicine a bin Salman, sono “fortemente sospettati” di essere stati tra i “pianificatori dell’omicidio”, secondo i magistrati di Istanbul.

La nuova mossa della procura mira a non allentare la pressione sull’erede al trono di Riad, ma difficilmente avrà effetti immediati.

Tra Turchia e Arabia Saudita non esiste un accordo…

LEGGI TUTTO
Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer