Cronaca

L’amministrazione Trump blocca l’estradizione in Italia di un boss della droga

L’amministrazione Trump blocca l’estradizione in Italia di un boss della droga 

 L’amministrazione Trump ha bloccato l’estradizione di un ex boss paramilitare Colombiano in Italia, e ora vuole deportarlo nel suo paese dove è stato ritenuto colpevole di centinaia di crimini di guerra.
Salvatore Mancuso, 55 anni, ha ricevuto la notizia oggi, i suoi avvocati hanno due settimane per cercare di  bloccare l’ordine. Mancuso è un ex comandante  delle Auc, formazioni combattenti unite della Colombia, un gruppo paramilitare di destra coinvolto delitti e in traffico di droga, vent’anni fa.  Condannato nel suo paese per 1500 omicidi o sparizioni è ritenuto il referente per i clan calabresi per quanto riguarda l traffico di stupefacenti. Per anni è stato la bestia nera del procuratore capo Nicola Gratteri. Il suo nome è saltato fuori in innumerevoli inchieste sui traffici di coca tra la ‘ndrangheta e i “paracos” colombiani delle Auc, ma lontano un oceano dall’Italia di cui conserva il passaporto

L’estradizione in Italia di Mancuso, dove ha la cittadinanza,  era stato ordinato dal dipartimento della sicurezza interna in aprile dopo che aveva scontato dodici anni di condanna per traffico di cocaina. Da quando è stato sotto custodia federale però, il governo colombiano ha lottato per farlo tornare nel paese in modo da continuare il lavoro di verità  e riconciliazione che portò nel 2008 all’estradizione in America di 14 signori della guerra, incluso Mancuso, ex comandante in capo delle Auc, le formazioni combattenti unite.

 

Mancuso pare sia…

Tags
Show More
Close